Demea Eventi Culturali

 6,837 total views,  13 views today

Demea Eventi Culturali

DIAMO VOCE AI LIBRI

Da qualche parte,
qualcosa di incredibile attende di essere conosciuto.
(Carl Sagan)

I Temi trattati dagli autori

In questa pagina potrai trovare tutti i Temi che trattiamo per sensibilizzare gli studenti su argomenti non sempre facili da spiegare; la collaborazione dell’Autore serve proprio a questo scopo, perché imparare cose nuove è sempre possibile e farlo insieme è anche meglio!!!

Clicca su: “Scopri la trama” nella didascalia che appare sotto il nome dell’Autore che ti interessa per leggere la trama del libro!

Scegli il progetto che hai in mente per la tua classe e contattaci, noi penseremo ad organizzare un confronto con l’Autore perfetto per i tuoi studenti!
Buona scelta!

Abbandono scolastico

La dispersione scolastica è un fenomeno che interessa sia i paesi ricchi sia i paesi poveri e riassume un insieme di manifestazioni negative all’interno del sistema scolastico: frequenze irregolari, bocciature, frequenti malattie, cambiamenti di sede e casi di analfabetismo o di scarso apprendimento anche quando la scuola viene frequentata

In Italia, nel 2018 si sono verificati alti tassi di dispersione scolastica, variabili tra il 18 e il 26%. Dati preoccupanti per l’istituzione scolastica che, costantemente, cerca di attuare misure di “prevenzione giovanile”, in special modo sulla didattica.regolarmente.

L’adolescenza, la poca comprensione da parte delle famiglie e la digressione culturale sono elementi principali che allontano i giovanissimi dalla scuola. Il desiderio di trovare un “rifugio” dai propri demoni interiori è decisamente più elevato rispetto all’impegno scolastico. La psicologia gioca un ruolo incisivo nella sfera didattico-comportamentale, dove i ragazzi non sono spinti verso il desiderio di scoprire le proprie attitudini e desideri. Ad oggi, è fondamentale proporre agli alunni un didattica innovativa, basata sullo studio del pensiero, che deve essere sviluppato e non lasciato sfuggire via.

I maestri di strada
dai 9 anni | € 10.00  | Scopri la trama

Ambiente, Società e Clima

Oceani pieni di plastica, ghiacciai che si sciolgono, l’aria delle grandi metropoli sempre più irrespirabile. La lista è lunga, così come forte è la sensazione di non poter più rimandare.

In attesa che i grandi della Terra trovino una soluzione comune per affrontare il problema, anche noi possiamo fare qualcosa per tingere di verde il nostro futuro. Ecco qui alcuni testi dei maggiori Autori atti a sensibilizzare grandi e bambini su questo tema che ci riguarda tutti nessuno escluso!

Quelle in cielo non erano stelle
dagli 11 anni | € 15.00 | Scopri la trama
Tutti giù per terra
dai 16 anni | € 15.00 | Scopri la trama

I guerrieri dell’arcobaleno
dai 9 anni | € 10.00 | Scopri la trama

Come acchiappare un asteroide. Viaggio alla scoperta dei corpi celesti minori che ci aiuteranno a salvare la terra.
dai 16 anni | € 17.00 | Scopri la trama

Masao l’eroe di Fukushuima
dai 9 anni | € 10.00 | Scopri la trama

Non sprecare
dai 13 anni | € 11.00 | Scopri la trama


L’egoismo è finito
dai 13 anni | € 12.00 | Scopri la trama


Basta poco
dai 13 anni | € 16.50  | Scopri la trama

Amore & Amicizia

L’amore e l’amicizia sono i due rapporti più forti e importanti che viviamo con un’altra persona.
Tra loro ci sono tantissime sfumature che determinano uno spazio molto ampio di affetti e sentimenti. Spesso si confondono, si trasformano e si uniscono in un intreccio che fa battere il cuore. Altre volte segnano solo un confine ben preciso tra due persone. Ecco quindi la nostra selezione dei racconti più belli sull’amore e l’amicizia incentrati sull’importanza di questi due sentimenti nella nostra vita. Lasciati conquistare!

Sulle onde della libertà
dagli 11 anni | € 9.50 | Scopri la trama

Chiedimi la luna
dai 9 anni | € 16.00 | Scopri la trama

Bianca come il latte, rossa come il sangue
dai 14 anni | € 13.50 | Scopri la trama

L’amore a due passi
dai 13 anni | € 16.00 | Scopri la trama

Un amore fra le stelle
dai 13 anni | € 15.00 | Scopri la trama

Il segreto di Isabella
dai 10 anni | € 15.00  Libro + Playlist Online | Scopri la trama

Onda marina e il Drago spento
dai 6 anni | € 13.00 | Scopri la trama



Trio. Storia di due amiche, un uomo e la peste di Messina
dai 16 anni | € 16.00 | Scopri la trama


Semplicemente amami
dai 16 anni | € 18.00 | Scopri la trama

A un passo dalle stelle
dai 12 anni | € 9.90 | Scopri la trama

La persona giusta
dai 13 anni | € 14.00 |

Terramarina
dai 15 anni | € 18.50 | Scopri la trama

Tutti giù per aria
dagli 8 anni | € 14.00 | Scopri la trama

Come una storia d’amore
dai 16 anni | € 15.00 | Scopri la trama

Autobiografie & Biografie

Le autobiografie e le biografie sono le storie più belle, perché vere! Distinguiamole: l’autobiografia è la scrittura della propria storia, la narrazione di sé per vari motivi che possono essere la necessità di rivedere il vissuto, di percorrere una via di crescita personale, di fare autoanalisi o anche di lasciare a chi verrà memoria della nostra vita; mentre la biografia è un testo che contiene la ricostruzione complessiva della vita di una persona, scritto in forma narrativa o di saggio. Di seguito troverai dei testi autobiografici e biografici tra i più interessanti, tra esperienze di vita che vanno dalla povertà all’arte, dalla cultura alle esperienze che hanno forgiato grandi personalità… buona scelta!

Il mio lungo viaggio
dai 16 anni | € 13.50 | Scopri la trama

Disegnavo pappagalli verdi alla fermata del metrò
dai 14 anni | € 14.00 | Scopri la trama

L’ultimo viaggio di Billie
dai 9 anni | € 16.00  Libro + Playlist Online | Scopri la trama



La notte in cui inventarono il rock
dai 6 anni | € 16.00  Libro + CD | Scopri la trama



Una classica serata jazz
dai 9 anni | € 16.00  Libro + CD | Scopri la trama



Il re del blues
dai 7 anni | € 16.00  Libro + CD | Scopri la trama


 

Splendi come vita
dai 16 anni | € 15.50 | Scopri la trama

Sciascia l’eretico. Storia e profezie di un siciliano scomodo
dai 16 anni | € 17.00 | Scopri la trama

Dacci oggi il nostro pane quotidiano
dai 13 anni | € 18.00 | Scopri la trama

L’uomo senza inverno
dai 16 anni | € 18.00 | Scopri la trama

Diario Geniale
dai 12 anni | € 15.00 | Scopri la trama

La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg
dai 15 anni | € 16.00 | Scopri la trama

Avventura, Gialli & Narrativa per ragazzi

I racconti d’avventura piacciano ai lettori di tutto il mondo, grandi e piccoli. E piacciono molto! Sarà perché il lettore è trascinato in un immaginario giro del mondo, in paesi esotici che non si penserebbe mai di visitare, e in tempi passati. Sarà perché non mancano l’amore, con le sue implicazioni sentimentali, la suspense, a volte così forte da fare temere per le sorti del protagonista, la contrapposizione netta tra bene e male.

I racconti di questo genere sono un antidoto alla noia e allo zapping televisivo. Si leggono tutto d’un fiato qualunque sia la loro mole, più rapidamente di quanto il vento possa sfogliarli… La tecnica è infallibile e inimitabile, andiamo a scoprirne alcuni!

Il sangue della lupa dai 14 anni | € 12.00 | Scopri la trama
La regina delle battaglie dai 14 anni | € 18.00 | Scopri la trama

Dieci piccoli gialli
dagli 8 anni | € 12.00 | Scopri la trama

Chiedimi la luna
dai 9 anni | € 16.00 | Scopri la trama

La strada per Pont Gun
dagli 11 anni | € 14.90 | Scopri la trama

Storia del buongiorno per bambini gentili
dagli 8 anni | € 13.00 | Scopri la trama

Girlz vs Boyz
dagli 11 anni | € 11.00 | Scopri la trama

Sangue chiama sangue
dai 12 anni | € 10.00 | Scopri la trama

Il furto del secolo
dagli 11 anni | € 12.00 | Scopri la trama

A un passo dalle stelle
dai 12 anni | € 9.90 | Scopri la trama

La mia notte sulla luna
dai 9 anni | € 8.00 | Scopri la trama

Tutti a bordo!
dai 10 anni | € 12.00 | Scopri la trama

Bullismo

Ormai si sente parlare spesso di Bullismo… Ma cos’è? Come si spiega questo fenomeno ai bambini/ragazzi e perchè accade?
Il bullismo è una forma di comportamento di un individuo o anche di un gruppo di individui, spesso violento e intenzionale diretto ad un soggetto più debole, incapace di difendersi.
I comportamenti dei “bulli” possono essere vari; dall’offesa, alle umiliazioni e alle minacce, dall’esclusione dal gruppo, all’appropriazione indebita di oggetti, fino a picchiare o costringere la vittima a fare qualcosa contro la sua volontà.
Impariamo insieme come conoscerlo e combatterlo grazie ai racconti dei nostri Autori!

Tredici casi per un agente speciale
dai 12 anni | € 11.00 | Scopri la trama



I nuovi casi dell’agente speciale Blondie

dai 12 anni | € 11.00 | Scopri la trama


Diario geniale
dai 12 anni | € 15.00 | Scopri la trama

Io, bullo
dai 12 anni | € 10.00 | Scopri la trama

Bullismo. Una storia per capire
dagli 11 anni | € 10.00 | Scopri la trama
Il coniglietto Cuordipietra
dai 4 agli 8 anni | Libro + Spettacolo € 12.00 | Scopri la trama
La capobanda
dagli 11 anni | € 8.90 | Scopri la trama

Diritti dei Bambini

Tutti i bambini del mondo hanno dei diritti.

Lo sapevate che i diritti dei bambini sono stati decisi nel 1989 grazie ad una convenzione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite?
Numerosi paesi infatti hanno deciso di obbedire ad un accordo per garantire un’infanzia serena a tutti i bambini del mondo!

Spieghiamo ai bambini che è bello essere bambini e che la loro infanzia e giovinezza è la cosa più importante da tutelare e proteggere… perché i bambini di oggi saranno gli adulti di domani!

Il treno dei bambini
dagli 11 anni | € 17.50 | Scopri la trama

Diritti al cuore
Dagli 8 anni | € 17.00 | Scopri la trama

Baghdad Rock
Dagli 11 anni | € 11.00 | Scopri la trama

Se dico no è no!
Dai 5 anni | € 12.00 | Scopri la trama

Fascismo & Nazismo

Il fascismo in Italia (1922-43) ed il nazismo in Germania (1933-45) rappresentano due esperienze storiche, ideologicamente simili, formatesi nel periodo tra le due guerre mondiali. Entrambi sono accomunati dai tratti del totalitarismo, ovvero del regime politico basato sul partito unico e l’obbedienza incondizionata al suo leader, sul rifiuto delle libertà politiche, sulla repressione contro gli avversari e gli altri “nemici del popolo”; insomma, sulla presenza “totalizzante” dello Stato in ogni aspetto della vita sociale degli individui, gruppi e strutture collettive. Vediamo insieme due racconti, uno sul Fascismo ed uno sul Nazismo che riguardano storie vissute e che siano vere o inventate poco importa, perché resteranno sicuramente stampate nei pensieri… 

I ribelli di giugno
dai 10 | € 14.00 | Scopri la trama

Lettere ad una dodicenne sul fascismo di ieri e di oggi
dagli 11 anni | € 12.00 | Scopri la trama

Giustizia e Legalità

I principi della giustizia, della legalità, del fare la “cosa giusta” si apprendono dalla nascita, all’interno della famiglia e più tardi nella scuola e nella società. 

La legalità è ovunque.. il postino, il poliziotto, la mamma… tutto ha una sua regola per dar vita ad una civile convivenza.

Quando pensiamo alla legalità ci vengono in mente il poliziotto, il carabiniere, la guardia giurata, ma la legalità è anche l’uomo che paga la spesa alla cassa, in quanto sta acquistando dei beni con i propri soldi, senza ricorrere al furto. Legalità è rispettare le leggi e il prossimo senza pretendere nulla in cambio e far funzionare il sistema di cui facciamo parte. Con i nostri autori tratteremo questo tema molto delicato con concreti esempi di vita e grandi storie, nella speranza che possano essere di ispirazione per i giovani spingendoli a fare sempre quella “cosa giusta” di cui c’è tanto bisogno nel mondo.

Ilaria Alpi. La ragazza che voleva raccontare l’inferno. Storia di una giornalista
dai 12 anni | € 10.00 | Scopri la trama



Giacomo Matteotti. Una morte annunciata

dai 11 anni | € 12.50 | Scopri la trama


Don Ciotti. Un’anima libera
dai 9 anni | € 10.00 | Scopri la trama

Sciascia l’eretico. Storia e profezie di un siciliano scomodo
dai 16 anni | € 17.00 | Scopri la trama

Il legno storto della giustizia​
dai 16 anni | € 16.00 | Scopri la trama

Ciò che inferno non è​
dai 15 anni | € 14.00 | Scopri la trama

Tredici casi per un agente speciale
dai 12 anni | € 11.00 | Scopri la trama

I nuovi casi dell’agente speciale Blondie
dai 12 anni | € 11.00 | Scopri la trama

Florian del cassonetto. Storia di un piccolo rom
dagli 11 anni | € 12.00 | Scopri la trama

Pusher
dai 12 anni | € 11.00 | Scopri la trama

Gli eroi di Leucolizia
dagli 8 anni | € 15.00 | Scopri la trama

L’incantesimo delle civette
dai 12 anni | € 15.00 | Scopri la trama

La bambina e il sognatore
dai 13 anni | € 14.00 | Scopri la trama



Sulla Mafia

dai 12 anni | € 10.00 | Scopri la trama


Cetti Curfino
dai 16 anni | € 18.00 | Scopri la trama

Grande
dai 12 anni | € 11.00 | Scopri la trama

Khalifa, un immigrato da medaglia
dai 9 anni | € 10.00 | Scopri la trama

La giornata contro le mafie
dai 7 anni | € 8.00 | Scopri la trama

Cronaca di un delitto annunciato
dai 16 anni | € 15.00 | Scopri la trama

La musica del mare
dagli 11 anni | € 12.00 | Scopri la trama

Onora il padre
dai 10 anni | € 13.00 | Scopri la trama

Per sempre libero
dai 11 anni | € 11.00 | Scopri la trama

Sentimi
dai 16 anni | € 17.50 | Scopri la trama

Immigrazione & Emigrazione

In un momento storico in cui la trasformazione dell’Italia va da paese di emigranti a paese di accoglienza, vale la pena di interrogarsi e interfacciarsi con storie e racconti atti a far comprendere ai più giovani un tema delicato e ricco di sfaccettature come l’emigrazione e l’immigrazione.

Tante storie di partenze e ritorni, di arrivederci e di addii per dimostrare che non sempre è facile lasciare la propria terra di origine, ma alcune volte necessario, per proteggere la famiglia, per cercare fortuna, per riempirsi le tasche di nuove esperienze o semplicemente per sopravvivere…

In questa sezione ci sono molti testi con tante esperienze reali e non di finzione, che speriamo possano aiutare i più giovani a comprendere tali scelte che spingono un genitore, un figlio, o interi nuclei familiari a cercare quel posto migliore da poter chiamare nuovamente “casa”…

Le rughe del sorriso
Dai 14 anni | € 19.00 | Scopri la trama

Il treno dei bambini
dagli 11 anni | € 17.50 | Scopri la trama

Io vengo da
Dagli 8 anni | € 19.90 | Scopri la trama

Chiamami sottovoce
Dai 13 anni | € 17.00 | Scopri la trama

Quando lo straniero sono io
Dai 9 anni | € 12.50 | Scopri la trama

Stranieri residenti
Dai 16 anni | € 19.00 | Scopri la trama

Casa Lampedusa
Dai 10 anni | € 10.00 | Scopri la trama

Picciridda
Dai 12 anni | € 16.00 | Scopri la trama

Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaiatollah Akbari
Dagli 11 anni | € 12.00 | Scopri la trama

Sotto il cielo di Buenos Aires
Dai 12 anni | € 9.50 | Scopri la trama

È arrivato l’ambasciatore
Dai 9 anni | € 8.00 | Scopri la trama

Imparare giocando

Gli studi dimostrano che l’apprendimento è più efficace e risulta un possesso più solido se avviene in una situazione di attività e di coinvolgimento del bambino. Questa situazione è tipica del gioco, al punto che in esso spesso l’apprendimento avviene in modo del tutto naturale, senza sforzo.

Il gioco è un mezzo che i bambini già conoscono e che usano fin dai primi giorni. Il gioco è la via di apprendimento più vicina all’esperimento e l’unica che permette di sbagliare e inventare.

Imparare giocando significa imparare sperimentando. La conoscenza non è quindi solo intellettuale ma anche sensoriale. In questo modo i concetti restano impressi più facilmente. Senza dimenticare il fatto che giocando il bambino si diverte, quindi si accosta più volentieri all’apprendimento, aumenta la capacità cognitiva dei bambini senza richieste e protocolli tipici della scuola. Tutte queste capacità vengono incrementate semplicemente giocando e divertendosi… e tramite i nostri Autori Attori sarà ancora più divertente imparare… giocando!

Il giro d’Italia in 80 isole
dai 6 anni | € 13.90 | Scopri la trama
Il cielo degli animali
dai 6 anni | € 12.90 | Scopri la trama

Casa cos’è
dai 5 anni | Libro + spettacolo € 10.00 | Scopri la trama



Il bruco sognatore

dai 5 anni | Libro + spettacolo € 10.00 | Scopri la trama


Alfabeto affamato
dai 5 anni | € 7.30 | Scopri la trama



Il coniglietto Cuordipietra

dai 4 agli 8 anni | Libro + Spettacolo € 12.00 | Scopri la trama


La Forza delle Donne

Le donne sono le protagoniste di questa sezione tramite i racconti delle protagoniste dei nostri migliori Autori/Autrici. È innegabile il lungo cammino che le donne hanno dovuto percorrere per riscattarsi, per poter sedere con pari diritto e dignità allo stesso tavolo degli uomini, qualcosa che ora sembra del tutto scontata nei paesi civilizzati, ma che la storia ci racconta, essere stata un’impresa ardua e di enorme coraggio.
Racconteremo le piccole vite delle donne dietro le porte di casa, intente a sognare mentre hanno le mani in pasta, o quelle costrette ad affrontare la violenza della guerra, la persecuzione, ma che trovano la forza per resistere e riscattarsi tra paure e violenze.
Queste storie reali o solo immaginate, ci auguriamo che possano aprire la mente a tutti i ragazzi e ragazze che si affacciano al mondo affinché portino sempre rispetto per le donne, per la loro forza e determinazione dimostrata in tanti anni di storia.

Di questo amore non si deve sapere
dai 16 anni | € 13.90 | Scopri la trama



Una donna può tutto. 1941: volano le Streghe della notte
dai 16 anni | € 16.00 | Scopri la trama



Mara. Una donna del Novecento
dai 16 anni | € 16.80 | Scopri la trama

Splendi come vita
dai 16 anni | € 15.50 | Scopri la trama

Franca Viola. La ragazza che disse no.
dai 10 anni | € 10.00 | Scopri la trama

Girlz vs Boyz
dagli 11 anni | € 11.00 | Scopri la trama

Tutte le volte che ho pianto
dai 13 anni | € 18.00 | Scopri la trama



Cinque donne e un arancino
dai 13 anni | € 18.00 | Scopri la trama


L’anima ciliegia
dai 15 anni | € 17.00 | Scopri la trama

Corpo felice
dai 16 anni | € 18.00 | Scopri la trama



Tre donne. Una storia di amore e disamore

dai 13 anni | € 13.00 | Scopri la trama



Chiara di Assisi. Elogio della disobbedienza

dai 13 anni | € 12.00 | Scopri la trama



La lunga vita di Marianna Ucrìa
dai 13 anni | € 11.00 | Scopri la trama


La forza delle donne
dagli 11 anni | € 15.00 | Scopri la trama


 

Le Assaggiatrici
dai 15 anni | € 17.00 | Scopri la trama

L’amurusanza
dai 15 anni | € 18.50 | Scopri la trama

Addio fantasmi
dai 16 anni | € 17.00 | Scopri la trama

Il Potere della Lettura

Il potere della lettura non va sottovalutato! Un libro può consolare, può innescare processi di immedesimazione, può curare l’animo umano, può convincerci, aprirci la mente su tematiche difficili o che non conosciamo, ma soprattutto ci spinge alla conoscenza e la conoscenza porta alla cultura e alla scoperta di noi stessi oltre che di ciò che ci circonda.
Leggere stimola l’immaginazione, e ha la capacità di trasformare i nostri umori dandoci modo di pensare e ragionare e convincerci. Stimoliamo i nostri ragazzi a leggere fin da giovanissimi, perché leggere è sapere.. e il sapere è vivere per affrontare il mondo!

Fake. Non è vero ma ci credo
dai 13 anni | € 13.50 | Scopri la trama

Andrà tutto bene. Gli scrittori al tempo della quarantena
dai 16 anni | € 15.00 | Scopri la trama

Non leggerai
dai 16 | € 14.00 | Scopri la trama

L’arte di essere fragili
dai 16 | € 19.00 | Scopri la trama

Vivavoce
dai 13 anni | € 12.00 | Scopri la trama

Cetti Curfino
dai 16 anni | € 18.00 | Scopri la trama

Psicologia

Il genere della psicologia, è uno dei più richiesti ultimamente. Gestire le nostre emozioni e comprendere il modo in cui funzioniamo internamente è imprescindibile per trascorrere una vita piena e, per questo, i libri di psicologia si posizionano come eccellenti strumenti per la conoscenza e la crescita personale. Tutto dipende dal momento in cui ci troviamo e dalle difficoltà, così come dalle aree della nostra vita che vogliamo sviluppare o alle quali vogliamo far fronte e con questo testo andremo a smontare i misteri della delusione per diventare più consapevoli delle nostre emozioni.

Vincere le delusioni
dagli 11 anni | € 14.00 | Scopri la trama

Racconti

Non è sempre facile trovare racconti da leggere, ma una cosa è certa! I racconti sono difficili da dimenticare. Arrivano dritti nel cuore dei lettori con immagini ed emozioni.
I racconti si distinguono dai romanzi non solo per la lunghezza, ma anche per il respiro e il ritmo: sono storie da divorare in un sol boccone, finestre che ci permettono di osservare un piccolo squarcio di mondo. Di seguito troverai una selezione dei nostri scrittori con i loro migliori racconti, una lista da ampliare ma da sfogliare!!!

Il giro d’Italia in 80 isole
dai 6 anni | € 13.90 | Scopri la trama
C’è sempre il mare
dai 16 anni | € 15.00 | Scopri la trama

Razzismo, Diversità e Disabilità

Non sempre siamo pronti ad affrontare la diversità o la disabilità ma non bisogna perdere di vista il fatto che, ogni essere umano porta con sé un suo “mondo”, che va dai vissuti personali, come lo stile di vita, il carattere, le esperienze, alle caratteristiche fisiche come il colore della pelle, l’accento, la corporatura ecc.

Per questo motivo ognuno di noi è unico e speciale con conseguente diversità. In questo senso si può intendere la diversità come una risorsa, in termini di crescita e arricchimento personali. Solo attraverso la conoscenza e l’accettazione incondizionata dell’altro, come presupposto dell’etica della gioia, esiste confronto e riflessione e l’abolizione dei presupposti che creano la diffidenza, l’allontanamento, la beffa, fino ad arrivare al razzismo. Sensibilizziamo i ragazzi perché ogni uno di noi è “diverso” a modo suo e tutti siamo unici e speciali. 

La bambina tutta verde
dagli 8 anni | € 15.90 | Scopri la trama

Antigone sta nell’ultimo banco
dai 10 | € 14.00 | Scopri la trama
Anna che sorride alla pioggia
dagli 11 anni | € 9.90 | Scopri la trama

Come stelle portate dal vento. Il mio viaggio tra orizzonti persi e ritrovati
dagli 11 anni | € 16.90 | Scopri la trama

Io, Chiara e la luna
dai 10 anni | € 13.00 | Scopri la trama

Nibelli Zontro. Storia di Rossa tette grosse e Maffeo che confondeva le parole
dai 16 anni | € 14.00 | Scopri la trama

Religione

Per il tema religione proponiamo due interessanti testi che riguardano la Chiesa di ieri e di oggi: un racconto che attraversa più di cinquant’anni di storia delle finanze maledette del Vaticano, con lo sguardo sempre rivolto all’attualità, fotografando i lati oscuri che ancora rimangono e un viaggio inedito che parte dal cuore della cristianità con retroscena mai svelati sul conclave di Papa Francesco.

Tutti gli uomini di Francesco
dai 15 anni | € 18.00 | Scopri la trama

Il caso Marcinkus: il banchiere di Dio e la lotta di Papa Francesco alle finanze maledette​
dai 15 anni | € 15.00 | Scopri la trama

Il mio nome è Satana. Storie di esorcismi dal Vaticano a Medjugorje
dai 16 anni | € 16.00 | Scopri la trama

Romanzi

Torniamo al Romanzo, la storia che ci fa sognare, che ci fa immedesimare e sentire i pensieri, gli odori e le senzazioni dei protagonisti, che ci fa vivere sensazioni nuove a tratti reali e già presenti nel nostro vissuto. Torniamo a leggere un romanzo per cercare un pò noi stessi, quella forza che ci manca, quell’amore che abbiamo perso o quel viaggio che avremmo voluto fare.

Per strada è la felicità
€ 16.00 | Scopri la trama
L’amore a due passi
€ 16.00 | Scopri la trama

Cinque donne e un arancino
€ 18.00 | Scopri la trama

Amuri
€ 18.00 | Scopri la trama
Con un soffio di Meltemi
€ 23.00 | Scopri la trama

Saggistica

Il saggio è uno scritto critico in prosa, a carattere scientifico o divulgativo, a carattere monografico, nel quale si analizza un argomento scientifico, politico, filosofico, letterario, storico, storiografico, artistico o di costume, trattato in modo non formale e di limitata estensione rispetto a scritti con una trattazione più ampia.

Che fine hanno fatto i bambini
€ 17.50 | Scopri la trama
La ricchezza del bene
€ 16.90 | Scopri la trama
La scuola ci salverà
€ 15.00 | Scopri la trama

Una rivoluzione gentile
€ 15.00 | Scopri la trama

Shoah & Memoria

Bisogna ricordare il passato per creare il futuro!
Si può ricordare per crescere, per fare tesoro dell’esperienza passata e scegliere per organizzare consapevolmente il nostro futuro.

Bisogna ricordare perché ci sono degli episodi nella storia che meritano di essere raccontati per far si che eventi del genere non si ripetano mai più!

Bisogna ricordare perchè ci sono persone che hanno cambiato le sorti di tanti ragazzi, bambini, genitori.. che hanno aiutato e salvato la vita a sconosciuti ed oggi, grazie al loro contributo indelebile, sono i protagonisti delle nostre storie… VERE Storie, tutte da raccontare e da RICORDARE. 

Una rivoluzione di carta
dai 6 ai 10 anni | € 12.00  | Scopri la trama
La bugia che salvò il mondo
dai 12 anni | € 11.00 | Scopri la trama

In piedi nella neve
dai 12 anni | € 11.00 | Scopri la trama

Qual’è la via del vento
dai 16 anni | € 17.00 | Scopri la trama

La guerra di Becky
dai 9 anni | € 10.00 | Scopri la trama
Il bambino che non poteva andare a scuola.
dai 10 anni | € 12.00 | Scopri la trama

Una bambina e basta raccontata agli altri bambini e basta
dai 6 anni | € 13.00 | Scopri la trama



Una bambina e basta

dagli 11 anni | € 9.90 | Scopri la trama



Questa sera è già domani

dai 16 anni | € 16.50 | Scopri la trama



Il braccialetto

dai 12 anni | € 15.00 | Scopri la trama


Il treno dell’ultima notte
dagli 11 anni | € 13.00 | Scopri la trama
Biancaneve nel Novecento
dai 16 anni | € 19.00 | Scopri la trama
A un passo da un mondo perfetto
dai 12 anni | € 16.00 | Scopri la trama

Fino a quando la mia stella brillerà
dai 9 anni | € 9.90 | Scopri la trama

Le valigie di Auschwitz
dai 9 anni | € 10.00 | Scopri la trama

Bambini in fuga
dagli 11 anni | € 17.60 | Scopri la trama

La generazione del deserto
dai 15 anni | € 16.00 | Scopri la trama

Il mistero della buccia d’arancia
dai 9 anni | € 11.00 | Scopri la trama

La shoah e il giorno della memoria
dai 7 anni | € 8.00 | Scopri la trama

Storia & Passato

Perché è importante studiare la storia? Una prima veloce risposta può essere questa: la storia è importante perché ci aiuta a comprendere il passato, che serve come monito per il presente.

Se vogliamo sapere come mai il mondo attuale ha questa configurazione, dobbiamo rivolgerci alla storia. Ma lo studio della storia ha soprattutto una grande valenza culturale: ci insegna le origini delle società e delle culture, ci porta a conoscenza delle nostre radici, ci avvicina a un mondo lontano, ma in qualche modo familiare, con il quale condividiamo l’eredità.
In definitiva la storia è una chiave di interpretazione del presente, ci fa capire i cambiamenti che seguono un filo logico di cause e conseguenze, determina il senso d’identità personale e nazionale oltre che a preservare i ricordi e ispirarci per essere migliori e più consapevoli.

Il treno dei bambini
dagli 11 anni | € 17.50 | Scopri la trama
Io dico no! Storia di eroica disobbedienza
dagli 8 anni | € 16.90 | Scopri la trama

Lucy. La prima donna
dai 7 anni | € 8.00 | Scopri la trama

La divina commedia. il primo passo nella selva oscura
dagli 8 anni | € 16.00 | Scopri la trama

Di questo amore non si deve sapere
dai 16 anni | € 13.90 | Scopri la trama



Una donna può tutto. 1941: volano le Streghe della notte
dai 16 anni | € 16.00 | Scopri la trama



Mara. Una donna del Novecento
dai 16 anni | € 16.80 | Scopri la trama

I leoni di Sicilia. La saga dei Florio
dai 15 anni | € 18.00 | Scopri la trama

L’inverno dei Leoni. La saga dei Florio
dai 15 anni | € 20.00 | Scopri la trama
Il sangue della lupa
dai 14 anni | € 12.00 | Scopri la trama

La regina delle battaglie
dai 14 anni | € 18.00 | Scopri la trama

La ballata di Bertoldo
dai 9 anni | € 9.30 | Scopri la trama

Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Il Gattopardo raccontato a mia figlia
dai 10 anni | € 12.00 | Scopri la trama

Biancaneve nel Novecento
dai 16 anni | € 19.00 | Scopri la trama

Le assaggiatrici
dai 15 anni | € 17.00 | Scopri la trama

Figli del segreto
dai 14 anni | € 20.00 | Scopri la trama

Donne di spade
dai 14 anni | € 17.50 | Scopri la trama

Storie in Musica

Alcune storie è bello raccontarle con un sottofondo musicale.. per farle rivivere proprio come l’autrice o l’autore le ha immaginate. Alcune storie sono così intense che hanno bisogno di essere accompagnate da uno o più strumenti… e dove quelle note incontrano le frasi inizia la magia e tutto si trasforma, tutto diventa reale, ci circonda e ci fa sentire come se fossimo noi stessi la parte più importante del racconto. Buona lettura e buon ascolto!  

Il giro d’Italia in 80 isole
dai 6 anni | € 13.90  Libro + Playlist Online | Scopri la trama

L’ultimo viaggio di Billie
dai 9 anni | € 16.00  Libro + Playlist Online | Scopri la trama



La notte in cui inventarono il rock
dai 6 anni | € 16.00  Libro + CD | Scopri la trama



Una classica serata jazz
dai 9 anni | € 16.00  Libro + CD | Scopri la trama



Il re del blues
dai 7 anni | € 16.00  Libro + CD | Scopri la trama



Filastrocche per sentirsi grandi
dai 10 anni | € 12.00  Libro + Playlist online | Scopri la trama


 

Il segreto di Isabella
dai 10 anni | € 15.00  Libro + Playlist Online | Scopri la trama

Violenza sulle donne

Il tema della violenza sulle donne a livello nazionale e internazionale, è di grande attualità.
La situazione infatti è allarmante e confermata ogni giorno dalla cronaca, non può e non deve più essere sottovalutata. Cerchiamo nel nostro piccolo di sensibilizzare i giovani nella speranza di poter contrastare il più possibile un fenomeno globale e diffuso e sul quale si è taciuto troppo e troppo a lungo. Vi proponiamo delle storie vere e storie di fantasia che ci auguriamo possano restare nella mente dei ragazzi e incidere sulla loro formazione di adulti consapevoli e rispettosi. 

Corpo felice
dai 16 anni | € 18.00 | Scopri la trama

Stalker
dai 12 anni | € 10.00 | Scopri la trama

Cronaca di un delitto annunciato
dai 16 anni | € 15.00 | Scopri la trama

La forza delle donne
dagli 11 anni | € 15.00 | Scopri la trama

Sentimi
dai 16 anni | € 17.50 | Scopri la trama

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Entra a far parte della casa di Demea Eventi Culturali!

Vichi De Marchi
I maestri di strada
A Barra, Napoli, troppi hanno abbandonato la scuola. Li chiamano i dispersi. Bocciati alle elementari, cacciati dalle scuole medie, nessuno li vuole più. Quando incontrano i maestri di strada che si sono inventati una scuola unica al mondo dove i banchi e i libri ci sono ma servono a poco, ci sono merende, gite, una paghetta e una stanza speciale: Spassatiempo. Un romanzo che racconta l’esperienza reale dell’associazione Maestri di strada, nata da docenti, psicologi ed educatori del progetto Chance per il recupero della dispersione scolastica.

Nicoletta Bortolotti
Quelle in cielo non erano stelle
Sono passati cinque anni dall’esplosione che nel 1986 ha distrutto la centrale nucleare di Chernobyl, in Ucraina, sprigionando nell’aria una nube tossica che si è posata ovunque: sulla foresta cambiandone i colori, sugli animali facendoli ammalare, su fotografie, vestiti, giocattoli… e sulle persone. Omar, un ragazzino che vive nel Nord Italia, non sa nulla di tutto questo finché a casa sua non arriva una bambina ucraina dai capelli color sabbia, per trascorrere un mese lontano dalle radiazioni. Vassilissa non parla e lascia vedere di rado il suo simpatico sorriso: è diffidente, come lo è Omar verso di lei. Ma se per essere amici non ci fosse bisogno di parlare la stessa lingua? E se per disintossicarsi dalla paura l’amicizia fosse la medicina migliore? Un romanzo corale scritto con passione e grazia, che attraverso le vive voci di una volpe, di un ragazzino e della stessa Nube, rinnova la memoria di uno più traumatici eventi della storia europea contemporanea.

Loretta Cavaricci
Tutti su per terra
L’uomo ha ereditato dalla natura un mondo perfetto, fatto di alberi sornioni e animali generosi, di creature grandi e invisibili, colorate e simpatiche o antipatiche e pelose, di luci indispensabili e di buio riposante, di stelle che sanno piangere se serve e di venti che sanno rimboccarsi il fiato se chiamati in soccorso. Ma l’uomo, senza rendersi conto del grande dono che gli è stato fatto, consuma, inquina, danneggia, fa ammalare sé e gli altri, e non ricambia l’amore che gli viene offerto. E allora il pianeta può ribellarsi, dal cielo al mare. Qui animali e vegetali si riuniscono a congresso per decidere la fuga di tutti gli esseri viventi verso un nuovo mondo da costruire. Terra Realtà verrà svuotata sotto gli occhi increduli degli uomini, e Terra Speranza sarà ripopolata caoticamente di ogni creatura, tranne gli umani. Ma funzionerà? Decisivo sarà l’intervento dei bambini, rappresentanti dei continenti. Grazie a loro, al viaggio di andata seguirà un ritorno.

Gabriele Clima
I guerrieri dell'arcobaleno
L’inizio del viaggio di un piccolo gruppo di eroi che darà vita al più grande movimento ambientalista della storia. Tim ha tredici anni, e sa che la sua vita non è tutta in quel cantiere nautico dove lavora. Quando in città arrivano quei tipi strani coi capelli lunghi, quegli hippy come li chiama papà, Tim vuole conoscerli; perchè parlano di cose che lui non ha mai sentito, parlano di impegno di ambiente, di cambiare il mondo. Vogliono andare fino in Alaska a fermare un’esplosione nucleare. Perciò una mattina, non visto, Tim si imbarca sul Greenpeace…

Adrian Fartade
Come acchiappare un asteroide. Viaggio alla scoperta dei corpi celesti minori che ci aiuteranno a salvare la terra.
Questo libro parla di asteroidi, meteoroidi, proto-pianeti, centauri, troiani, plutini oltre che di comete a corto e lungo periodo. Vi sembrano solo sassi insignificanti che vagano a caso nello Spazio? Be’, Adrian Fartade, con la verve e la strepitosa abilità divulgativa che lo contraddistinguono, vi dimostrerà esattamente il contrario. E prefigurerà anche lo scenario futuribile (ma neanche troppo, cioè entro 50 anni) in cui l’umanità potrà salvare la Terra proprio grazie a questi “sassi”. Ma partiamo dall’inizio: fino a pochi decenni fa sapevamo pochissimo di asteroidi e comete, ci racconta Adrian. Poi negli anni ’90 è partita una mappatura, oggi quasi completa, e nel frattempo sono state lanciate le missioni spaziali più belle e coraggiose mai ideate per esplorarli. NEAR è sbarcata su un asteroide, mentre Rosetta e Philae si sono avvicinate a una cometa mandandoci immagini straordinarie. Così abbiamo scoperto quanto siano geologicamente interessanti... e quindi come possano rappresentare una imprevista, quanto sconfinata fonte di risorse minerarie. Vi pare una pazzia? Non la pensano così i Paperoni della Silicon Valley che si stanno già attrezzando tecnologicamente (e anche giuridicamente: a chi appartengono i beni spaziali? Un problema non da poco) per sfondare in questo nuovo business: colonie spaziali per estrarre minerali e portarli sulla Terra, senza impatto ambientale. C’è da sognare e da sentirsi girare la testa. Non resta che lasciarsi trascinare dalla competentissima e ammaliante affabulazione di Fartade alla scoperta di un filone dell’astronomia finora oscuro, ma dal futuro prodigioso.

Sergio Rossi
Masao l'eroe di Fukushima
Giappone, estate 2012: Pietro doveva trascorrere una bella vacanza in Estremo Oriente, ma si ritrova al capezzale del nonno, che versa in gravi condizioni; uscito nel giardino dell’ospedale per prendere una boccata d’aria incontra un altro malato, simpatico e gentile, con cui fa subito amicizia. Presto scopre che quello non è un malato qualunque: è Masao Yoshida, il direttore della centrale nucleare di Fukushima devastata dal terremoto-tsunami dell’anno prima, l’uomo che, per mesi, è rimasto al proprio posto e ha sacrificato la vita per spegnere la centrale ed evitare un disastro ambientale che avrebbe coinvolto tutto il Giappone. In una parola, un eroe. Un eroe completamente diverso da quelli che Pietro è abituato a vedere nei cartoni animati e nei film e che, attraverso il racconto di cosa è accaduto in quel drammatico 2011, gli insegnerà ad affrontare la sua piú grande paura.

Antonio Galdo
Non sprecare
«Non sprecare» è la nostra bussola verso una nuova epoca della quale al momento possiamo appena decifrare i contorni. Non significa solo ridurre spese inutili, non gettare il cibo nella spazzatura, spegnere le luci in casa quando non servono. Significa anche e soprattutto scegliere in modo responsabile nuovi stili di vita che alimentano una nuova crescita economica.

Lia Levi
Questa sera è già domani
“Quella storia del troppo piccolo o troppo grande è una scusa, solo una scusa, cerchiamo di essere almeno sinceri con noi stessi. Forse essere ebreo è questo. Tu li cerchi e fuggi, loro ti accettano e ti cacciano”. A ottant’anni dalla promulgazione delle leggi razziali, Lia Levi ritorna con un romanzo ispirato a una storia vera: la vita di Luciano, l’amatissimo marito. Una vicenda di disperazione e coraggio realmente accaduta, ma completamente reinventata, che attraverso il filtro delle misteriose pieghe dell’anima ci riporta a un tragico recente passa

Daniela Dawan 
Qual è la via del vento
Il pericolo talvolta può anche scoppiare all’improvviso come se fosse una bomba tra la folla. E così avviene fin dalla prima riga in questa emozionante storia di fuga e di esilio. Siamo nel momento della Guerra dei sei giorni e contro i cittadini ebrei di Tripoli da una folla esaltata si sta scatenando una speciale caccia all’uomo a cui sarà arduo resistere.

Nicoletta Bortolotti
Sulle onde della libertà
Mahmud vive a Gaza City, una città colpita ogni giorno dai bombardamenti, e adora il surf. Anche Samir adora il surf. Ma il primo è palestinese e l'altro israeliano. Ma che differenza fa? Hanno tutti e due gli stessi sogni e aspettano tutti e due la stessa onda da cavalcare. E non importa se quell'onda sarà israeliana o palestinese...

Cristiano Caccamo
Chiedimi la luna

Aibek appartiene a una famiglia che, di generazione in generazione, si tramanda un lavoro di grande sapienza e abilità: accendere e spegnere la luna. Un compito scrupoloso, fatto di centimetri, per spostare con uno spazzolone granelli di luce sull’esatta porzione da illuminare. Ci vogliono tanta precisione e dedizione, perché è un mestiere solitario, lassù in mezzo all’universo. Quando il padre si ritira, tocca ad Aibek diventare l’artefice di quella magia. Ma la luna è fatta anche di un’ombra scura e il ragazzo non resiste alla tentazione di esplorare quel territorio, ignoto e minaccioso. È così che tutto cambierà. Improvvisamente lui si troverà sulla terra, la “palla bluastra” che ha sempre guardato con curiosità da lassù. Smarrito e spaventato, Aibek vivrà l’avventura di un mondo sconosciuto, senza comprendere lo scorrere del tempo, la pioggia, gli alberi, le strade, gli animali… e l’amore. Sarà Adhara a guidarlo nel caos insensato della vita sulla terra, con la sua forza e la sua fragilità di giovane donna. E Aibek troverà nelle emozioni dell’amore la piena consapevolezza di sé e del suo destino.

Alessandro D'Avenia
Bianca come il latte rossa come il sangue
Leo è un sedicenne come tanti: ama le chiacchiere con gli amici, il calcetto, le scorribande in motorino e vive in perfetta simbiosi con il suo iPod. Le ore passate a scuola sono uno strazio. Così, quando arriva un nuovo supplente di storia e filosofia, lui si prepara ad accoglierlo con cinismo e palline inzuppate di saliva. Ma questo giovane insegnante è diverso: sprona gli studenti a vivere intensamente, a cercare il proprio sogno. Leo sente in sé la forza di un leone, ma c'è un nemico che lo atterrisce: il bianco, l'assenza. Il rosso invece è il colore dell'amore, della passione, del sangue; rosso è il colore dei capelli di Beatrice. Perché un sogno Leo ce l'ha e si chiama Beatrice e lei ancora non lo sa. Leo ha anche una realtà, più vicina e più difficile da vedere: Silvia è la sua realtà affidabile e serena. Quando scopre che Beatrice è ammalata e che la malattia ha a che fare con quel bianco che tanto lo spaventa, Leo dovrà scavare a fondo dentro di sé, sanguinare e rinascere, per capire che i sogni non possono morire e trovare il coraggio di credere in qualcosa di più grande.

Catena Fiorello Galeano
L'amore a due passi
Da anni Orlando Giglio, il temuto “Gendarme” del condominio di via Mancini numero 8, studia le abitudini della sua dolce ossessione, Marilena Moretti. La segue nell’esiguo tragitto tra l’ascensore e il portone del palazzo, la osserva mentre sale le scale e chiacchiera con i vicini di casa, aspettando che arrivi il suo momento. Sono entrambi vedovi, entrambi sulla soglia dei settant’anni, entrambi abbandonati dai propri figli durante una delle estati più torride di tutti i tempi… Dovranno scattare due allarmi in piena notte perché Marilena accetti l’invito di Orlando a partire per un’avventurosa vacanza alla conquista del Salento…

Catena Fiorello Galeano
Un amore fra le stelle
Chi sono il re e la regina della feste? Babbo Natale e la Befana, ma certo! Lui sulla sua slitta, lei su di una scopa distribuiscono regali a grandi e piccini. Una collaborazione fortunata? Non proprio. Anzi, l’avreste mai detto che tra i due non corre buon sangue? Pensateci bene: li avete mai visti insieme? E quando la sera dell’antivigilia, nel pieno dello stress prenatalizio di una grande città il nostro Babbo pieno di acciacchi si scontra con la Signora della Notte, succede il patatrac.  Sarebbe davvero un peccato sprecare energie a litigare.. Non sarebbe meglio seppellire l’ascia di guerra e collaborare? Da soli si sta bene ma in due è tutta un’altra storia!

Lia Levi
Il segreto di Isabella
Caterina e Serena condividono un balcone che unisce le loro due case e le loro vite. Sono gli anni del dopoguerra, la vita ricomincia dalle piccole cose e da quelle importanti come l'amicizia cementata dall'esperienza degli scout, dalla scoperta del mondo e da nuovi incontri come quello con Isabella, misteriosa e solitaria, che custodisce un segreto destinato a unire il gruppo ancora di più. Una storia semplice, narrata dalla penna di una grande autrice: Lia Levi racconta con delicatezza i sentimenti di tre adolescenti nell'ambientazione di un dopoguerra pieno di vitalità.

Dacia Maraini
Onda marina e il drago spento
Il popolo dei Marini e quello dei Draghi sono in guerra da generazioni. I governanti Marino Maggiore e Tristotto hanno tentato di stabilire la pace, eppure il desiderio di dominio ha avuto la meglio. I loro figli, Onda Marina e Spento, non ci stanno, e hanno deciso di non prendere parte alle battaglie, per questo fuggono, in effetti non si sono mai sentiti bene nelle loro patrie: Marina ha sempre sognato di volare, Spento sa usare il suo fuoco di drago solo per disegnare ed è incapace di fare del male. I due giovani si incontrano nel deserto e stringono una profonda amicizia ma…

Dacia Maraini
Trio. Storia di due amiche, un uomo e la peste di Messina.
Sicilia. Anno del Signore 1743. Mentre l’isola è flagellata da un’epidemia di peste che riempie le strade di miseria e morte, Agata e Annuzza tengono viva la loro amicizia a distanza, in punta di penna. Si conoscono da quando, ancora bambine, in convento hanno imparato da suor Mendola l’arte del ricamo. Una ricca e l’altra povera, unite dalla passione comune per i libri – merce rara e poco adatta all’educazione femminile – ora sono due donne: Agata è moglie e madre, Annuzza invece non ha ancora scelto il proprio destino, perché il suo cuore appartiene a Girolamo, il marito dell’amica. Ma gelosia e possesso non guasteranno il sentimento puro e tenace che le lega. Quando tutto crolla, è l’amicizia dalle radici profonde che ci dà il coraggio di ricostruire.

Federico Moccia
Semplicemente amami
Si era illusa, Sofia. Pensava che trasferirsi in Russia dall’amica Olja fosse la scelta giusta, un nuovo inizio, e invece era una fuga.
Una fuga dal matrimonio con Andrea, in cui paradossalmente si sentiva sola; e soprattutto da Tancredi, l'uomo che aveva messo in crisi tutte le sue certezze per poi deluderla. Con l’aiuto di Olja, Sofia capisce di non poter continuare a mettere tra parentesi la sua vita. È tempo di riprendere in mano il proprio destino. Sofia torna a Roma dal marito, per ritrovare quell’amore fatto di complicità e sogni. Ricomincia a suonare, provando di nuovo il gusto di far volare le dita sulla tastiera del pianoforte. Eppure tornare alla normalità non è semplice e molte sorprese aspettano ancora Sofia… Non si può dimenticare l’amore, ormai Tancredi lo ha capito. Per quanto lui abbia cercato di cancellarla dalla mente, Sofia è sempre nei suoi pensieri, nei suoi desideri, nei suoi sogni. Ecco perché Tancredi non si arrende. E aspetta. Aspetta il momento giusto per convincere Sofia di non essere più l’uomo che l’ha fatta soffrire. Lui oggi desidera semplicemente amarla ed essere amato. Ed è convinto che prima o poi quel momento arriverà… Ma cosa vuole veramente Sofia? Forse deve ancora scoprirlo. Di sicuro questa volta non si farà travolgere dagli eventi, sarà lei a scrivere il proprio futuro.

Daniela Palumbo
A un passo dalle stelle
Una coppia con due figli, Giacomo, quindici anni e Matteo, sedici. La famiglia di Giorgia, che è stata adottata e ha cominciato a chiedere di conoscere i genitori di origine. Poi Viola, a cui il padre ha promesso che la raggiungerà. E infine Leonardo, che deve riallacciare i rapporti con il figlio Gus. Tra loro non si conoscono, ma in comune hanno il proposito di percorrere a piedi un breve tratto della via Francigena, da Lucca a Roma, con due guide, Fabien e Gaia, e la speranza che il cammino li aiuti a raggiungere quello che cercano. Una sera Giorgia trova una lettera in un libro. Chi può averla messa proprio lì? A scrivere è un ragazzo, dice di chiamarsi Alessio. Racconta di aver lasciato la lettera fra le pagine sperando che qualcuno la trovi…

Sandra Petrignani
La persona giusta
India e Michel, 16 e 18 anni. Scoppia l’amore, insperato. Hanno famiglie lontanissime l’una dall’altra. Lui è nato ad Algeri, ha la pelle “abbronzata” ed’è stato adottato da una coppia borghese. Lei è figlia di due amanti dell’Oriente e che hanno divorziato. Michel ha un fratello, India una sorella. In una Roma estiva, esami di licenza liceale, passione, scontri e riconciliazioni, canzoni ed un viaggio alla ricerca del padre biologico. Poi accade l’imprevedibile. Un romanzo d’amore in cui sarà bello ritrovarsi senza aver paura dei propri sentimenti.

Tea Ranno
Terramarina

È la sera della vigilia di Natale e Agata, che in paese tutti chiamano la Tabbacchera, guarda il suo borgo dall’alto: è un pugno di case arroccate sul mare che lei da qualche tempo s’è presa il compito di guidare. Ma stasera sul cuore della sindaca è scesa una coltre nera di tristezza e “Lassitimi sula!” ha risposto agli inviti calorosi di quella cricca di amici che è ormai diventata la sua famiglia: è il suo quarto Natale senza il marito Costanzo, che oggi le manca più che mai e non è il solo a mancarle: c’è infatti un certo maresciallo di Torino che, da quando ha lasciato la Sicilia, si è fatto largo tra i suoi pensieri. A irrompere nella vigilia solitaria di Agata è Don Bruno, il parroco del paese, con un fagotto tra le braccia: è una creatura che avrà sì e no qualche ora, che ha trovato abbandonata al freddo, a un angolo di strada. Sola, livida e affamata, ma urlante e viva. Dall’istante in cui Luce – come verrà battezzata dal gruppo di amici che subito si stringe attorno alla bimba – entra in casa Tabbacchera, il dolore di Agata si cambia in gioia e il Natale di tutta quella stramba e generosa famiglia si trasforma in una giostra. Di risate, lacrime e amurusanze, ma anche di paure e dubbi: chi è la donna che è stata capace di abbandonare il sangue del suo sangue? Starà bene o le sarà successo qualcosa? Cosa fare di quella picciridda?

Rosella Postorino
Tutti giù per aria
Tina non sa cosa le è saltato in mente quel pomeriggio, quando ha accettato di giocare a pallavolo con i compagni. Di solito fa solo le cose che sa fare bene, perché ha sempre paura di sbagliare. Gli altri bambini la chiamano ‘perfettina’ e non la trovano molto divertente: la perfezione non ha mai fatto ridere nessuno! La palla cadrà nel fume, Tina per riprenderla precipiterà giù da una cascata e da qui tutto avrà inizio. Recuperata da un’enorme signora-mongolfera, viene portata in volo fino a uno strano paese, pieno di personaggi strampalati, quel giorno in festa per la Fiera degli Scarti e l’annuale Caccia al Tesoro. Chi arriverà primo? Ma soprattutto, cosa vinceranno gli altri? Perché, quando si gioca insieme, nessuno perde mai. Il brillante esordio nella narrativa per ragazzi della vincitrice del Premio Campiello 2018 è una grande avventura senza tempo che insegna ad accogliere la diversità come un’inattesa ricchezza.

Nadia Terranova
Come una storia d'amore
L’unica è raccontarsela come una storia d’amore, Roma, e per farlo si deve partire
dalle assenze, dalla mancanza, dai fantasmi. La scommessa dell’identità strepita coi
corvi del Pigneto, nella gramigna di una pensilina a Porta Maggiore la mattina di Natale, andando incontro all’età adulta, ride forte nelle lavanderie di quartieri multietnici, sognando l’altrove. Roma, come ogni storia d’amore, necessita di un linguaggio
privato che la renda segreta, tua. I personaggi di Terranova sono spezzati, sulla soglia
di un cambiamento, congelati in un ricordo. Aspettano di essere liberi, immaginano
vite negli occhi degli altri, interrogano l’esistenza in una lingua che non conoscono
per scoprire che la felicità è un difetto della vista e che, a volte, è necessario perdersi.

Piero Angela
Il mio lungo viaggio
Ha viaggiato nel corpo umano, nella preistoria, nel passato e nel futuro, e ogni volta ci ha portati con sé. Con questo libro, Piero Angela ci accompagna in un viaggio diverso, attraverso due secoli e molti continenti, in mezzo a mille peripezie, incontri, scoperte e avventure: la sua vita. Il principe della divulgazione televisiva, l’autore di decine di bestsell er che hanno svelato a tre generazioni di italiani la bellezza della scienza, stavolta ha scritto un’opera differente: «Non è un libro di divulgazione scientifica, ma un racconto personale dedicato al pubblico che da tanti anni mi segue nel mio lavoro, spesso con vero affetto… Il libro racconta le mie esperienze di lavoro, il “dietro le quinte” di oltre mezzo secolo di televisione… Ma per la prima volta rispondo anche a certe domande che spesso mi vengono rivolte in occasione di incontri o conferenze, e che riguardano la mia vita, la mia formazione, gli inizi in RAI, il pianoforte, persino la mia infanzia».

Nicoletta Bortolotti
Disegnavo pappagalli verdi alla fermata del metrò
Ahmed Malis, un ragazzo di origine egiziana, figlio di genitori immigrati a Milano negli anni Ottanta, ama disegnare ed è un vero prodigio autodidatta. La sua famiglia, però, non ha abbastanza disponibilità economica per mandarlo all’accademia d’arte e sogna per lui un futuro solido, non certo da artista. Ahmed frequenta insieme ai suoi fratelli il centro di aggregazione giovanile CDE Creta, molto attivo nel quartiere milanese del Giambellino. Proprio qui, grazie all’iniziativa di un educatore che più di tutto vuole dare una chance a questi adolescenti spesso allo sbando, Ahmed riesce a pubblicare i suoi disegni sul Corriere.it e a realizzare il suo sogno.

Reno Brandoni
L'ultimo viaggio di Billie
Reno Brandoni torna all'albo illustrato per dare voce a un'altra indimenticabile leggenda del jazz, Billie Holiday (1915-1959), accompagnato dalle emozionanti illustrazioni di Chiara Di Vivona. Un viaggio appassionato negli abissi più profondi del blues, per raccontare la storia di una delle più grandi cantanti jazz di tutti i tempi. Con la sua voce intensamente drammatica incarnò la vera essenza del Blues, intrisa di malinconia, disperazione e allo stesso tempo fatalismo. Essenza della sua stessa vita, travagliata e difficile fin dall'infanzia. A sessant'anni dalla sua morte, il mito di Billie Holiday è più vivo che mai e la voce di Lady Day risuona cantando l'essenza tragica e meravigliosa della vita.

Reno Brandoni
La notte in cui inventarono il rock
Jimi Hendrix è il più grande chitarrista di tutti i tempi. La sua figura, carismatica e trasgressiva, diventa simbolo delle contestazioni giovanili quando, nel 1967, al Festival di Monterey, dà fuoco alla sua chitarra davanti a una folla allibita. Questo libro finisce proprio lì dove iniziano storia e leggenda. Per raccontare ai ragazzi il potere della musica e la forza che un sogno, una passione, possono avere nell’indirizzare un destino.

Reno Brandoni
Una classica serata jazz
«La musica è come questo luogo, non conosce generi, stili, colore della pelle o etnie. Può essere una sola nota piena di mille sfumature e devi suonarla… e suonarla ancora per sentire le sue vibrazioni. Non ha frontiere o confini, è libera, abita il cuore di ogni uomo». Nel più celebre cimitero di Parigi, il compositore polacco Fryderyk Chopin è sepolto poco distante dal pianista francese Michel Petrucciani. La curiosa coincidenza ispira il nuovo libro di Reno Brandoni, illustrato da Chiara di Vivona, che fa incontrare tra le lapidi gli spiriti dei due maestri, appartenenti a mondi musicali tradizionalmente contrapposti. Ma classica e jazz potranno mai incontrarsi? Il brioso e commovente dialogo immaginario racchiude un prezioso insegnamento: la musica non ha barriere di genere perché abita il cuore di ogni uomo.

Reno Brandoni
Il re del blues
“Voglio diventare il più grande chitarrista blues della storia. Voglio entrare nella leggenda” “Sei sicuro?” “Sì, a qualunque costo!”.
Robert Johnson (Hazlehurst, 8 maggio 1911 – Greenwood, 16 agosto 1938) è per tutti il re del blues. Si narra che per diventare bravo e famoso abbia venduto la sua anima al diavolo.
Scrisse solo 29 canzoni, ma molti sono convinti che da qualche parte si nasconda la trentesima, la più bella. La sua fine è avvolta dal mistero. C’è chi racconta sia stato ucciso da una fidanzata gelosa, chi in una rissa in un locale malfamato; nessuno sa realmente cosa gli sia successo. Di certo è rimasto il più bravo e il più famoso di tutti. Questa è la sua storia, anzi, una delle sue storie…

Maria Grazia Calandrone
Splendi come vita
Storia del tormentato amore fra una madre adottiva e sua figlia

Splendi come vita fa quello che fa la letteratura alla sua massima potenza: ridà vita a ciò che non c'è più, illuminando di riflesso la vita del lettore. Ma lasciamo che a parlarne sia l'autrice. «Splendi come vita è una lettera d'amore alla madre adottiva. È il racconto di una incolpevole caduta nel Disamore, dunque di una cacciata, di un paradiso perduto. Non è la storia di un disamore, ma la storia di una perdita. Chi scrive è una bambina adottata, che ama immensamente la propria madre. Poi c'è una ferita primaria e la madre non crede più all'amore della figlia. Frattura su frattura, equivoco su equivoco, si arriva a una distanza siderale fra le due, a un quotidiano dolore, a un quotidiano rifiuto, fino alla catarsi delle ultime pagine. Chi scrive rivede oggi la madre con gli occhi di una donna adulta, non più solo come la propria madre, ma come una donna a sua volta adulta, con la sua storia e i suoi propri dolori e gioie. Quando si smette di vedere la propria madre esclusivamente come la propria madre, la si può finalmente "vedere" come essere separato, autonomo e, per ciò, tanto più amabile» (Maria Grazia Calandrone).

Felice Cavallaro
Sciascia l'eretico. Storia e profezie di un siciliano scomodo
A trent’anni dalla scomparsa dello scrittore di Racalmuto, un viaggio affascinante tra umori, amicizie e battaglie, tra vita e opere che scandiscono i passaggi della nostra storia recente – dal Giorno della civetta al Contesto, da L’affaire Moro a Una storia semplice.
Si è sempre battuto da «eretico» per far prevalere la ragione e il diritto in un Paese che ha spesso preferito le scorciatoie e i gattopardismi. Leonardo Sciascia con le sue invettive e ossessioni ha anticipato temi cruciali della vita pubblica, nodi rimasti drammaticamente irrisolti, dalla lotta alla mafia alla corruzione, dagli errori della macchina della giustizia a quelli dello Stato, dal caso Moro al travaglio di Enzo Tortora, passando da forti intese a grandi contese, da Calvino a Guttuso. Una vita controcorrente, quella dello scrittore siciliano, lungo l’asse fra Palermo e Roma, Milano e Parigi, fra case editrici e commissioni di Montecitorio, o a caccia di stampe antiche e di documenti negli archivi dell’Inquisizione spagnola. Un bilancio dell’eredità di un protagonista del mondo della cultura e della politica sempre attuale.

Catena Fiorello Galeano
Dacci oggi il nostro pane quotidiano
Una bambina fa i compiti sul tavolo della cucina mentre il fuoco dei fornelli, trasforma ingredienti semplici in cibo superbo. Quella bimba, oggi  donna, scrive il diario della sua famiglia. “Sara, oggi si mangiano grilli?” gridava ogni giorno il padre rientrando a casa, pronto a sedersi a tavola con la moglie e i quattro figli, Rosario, Anna, Catena e Giuseppe. La piccola Catena per molto tempo ha frainteso lo scherzo d’invasione di insetti, e oggi, raccontandoci quegli anni, ci confessa che crescere con una mamma che compie magie per far quadrare i conti è tutto fuorché una sfortuna. Perché la ricchezza era tutta nei piatti che mamma Sara ogni giorno metteva in tavola.

Luigi La Rosa
L'uomo senza inverno
Parigi, 1863. Gustave Caillebotte è ancora un ragazzo quando, nel salotto della ricca casa di famiglia, sente parlare, con toni di ferma condanna, dell’esposizione dei pittori Refusés e in particolar modo dell’opera di un certo Edouard Manet. La visione di quel quadro, “Le déjeuner sur l’ herbe”, al quale si avvicina di nascosto e mosso da un’oscura fame, segna il nascere della passione contrastata che brucerà dentro fino a divorargli l’anima, pervadendo i giorni della sua breve esistenza. Gustave disubbidisce alle direttive paterne, animato dal desiderio di imparare a dipingere e far suoi quei tratti così inusuali, così nuovi, esperimenti di colore che sono autentici oltraggi alla tradizione e che indicano l’origine di una rivolta: il movimento che qualcuno definirà “Impressionismo”.

Ludovica Nasti
Diario Geniale
Una ragazza come le altre, che gioca a calcio e tifa Napoli, che adora Millie Bobby Brown, va alle feste, studia e si diverte. Ma ogni tanto Ludovica indossa il mantello da super eroina per volare a prendersi il suo sogno. Quello di diventare un’attrice. Un diario illustrato pieno di fotografie che ci portano sul set con lei, tra le lezioni di napoletano antico e gli allenamenti, sperando un giorno di poter incontrare Sofia Loren e Lorenzo Insigne. Il racconto sincero di una piccola donna che ha già incontrato un nemico, la malattia, ed è riuscita a sconfiggerlo. Perché la storia di Ludovica è l’avventura della ragazza che tutti vorrebbero diventare. La ragazza che crede nei suoi sogni e vive ogni giorno per realizzarli.

Sandra Petrignani
La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg
Narratrice, saggistra, commediografa, infine parlamentare, Natalia è una “costellazione” e la sua vicenda s’intreccia alla storia del nostro paese. Un destino appassionante il suo: unica donna in un universo maschile a condividere un potere editoriale e culturale che in Italia escludeva completamente la parte femminile. E donna vulnerabile, e innamorata di uomini problematici. A cominciare dai due mariti: uomini fuori dall’ordinario ai quali ha dedicato nei suoi libri indimenticabili ritratti.

Luca Azzolini
Il sangue della lupa

Molti secoli fa, ottocento anni prima della nascita di Cristo, le Terre dei Trenta sono stremate da una lunga siccità. Il Lazio arde, i campi hanno smesso di dare frutti, e i villaggi mormorano. La colpa è soltanto di re Numitor. Il sovrano di Alba Longa e della Lega dei Trenta è un vecchio a cui gli Dei si rifiutano di parlare, sordi davanti a ogni sua supplica. Per questo è stato convocato d'urgenza un consiglio dei popoli albani. Se Numitor sarà dichiarato indegno di regnare, a succedergli dovranno essere i suoi giovani nipoti: due gemelli tanto diversi tra loro quanto legati da un affetto autentico e senza precedenti. Enitos, forte e impulsivo, appassionato, istintivo, e Yemos, riflessivo e cauto, ma capace di profonde intuizioni. Nonostante la giovane età, potrebbe essere giunto per loro il momento di salire al trono. Non sono però i soli ad attendere con trepidazione il giudizio degli Dei. Nel tempio abitato dalla Dea Vesta e dalle sue sacerdotesse, una di loro, la tormentata Ilia - figlia di Amulius, fratello minore di re Numitor - ha il cuore dilaniato da una profonda passione e da un terribile senso di colpa. Teme di essersi macchiata di un peccato che l'ha resa indegna agli occhi di Vesta. Mentre gli Dei giocano con le vite e i troni dei mortali, nella vicina Velia, un'altra delle trenta città della Lega Albana, un nuovo gruppo di giovani è pronto per affrontare i Lupercalia: sei mesi da trascorrere nei boschi, al termine dei quali o torneranno uomini, o non torneranno affatto. Tra loro c'è Wiros, un orfano gracile e solitario, che osserva con timore la selva in cui dovrà vivere. Pare sia infestata da una divinità crudele e selvaggia che è stata bandita da tutti gli altri Dei. Rumia, la Madre dei Lupi. In contemporanea con la serie evento di Matteo Rovere in onda su Sky, Il sangue della Lupa è il primo volume della trilogia "Romulus".

Luca Azzolini
Il sangue della lupa

Molti secoli fa, ottocento anni prima della nascita di Cristo, le Terre dei Trenta sono stremate da una lunga siccità. Il Lazio arde, i campi hanno smesso di dare frutti, e i villaggi mormorano. La colpa è soltanto di re Numitor. Il sovrano di Alba Longa e della Lega dei Trenta è un vecchio a cui gli Dei si rifiutano di parlare, sordi davanti a ogni sua supplica. Per questo è stato convocato d'urgenza un consiglio dei popoli albani. Se Numitor sarà dichiarato indegno di regnare, a succedergli dovranno essere i suoi giovani nipoti: due gemelli tanto diversi tra loro quanto legati da un affetto autentico e senza precedenti. Enitos, forte e impulsivo, appassionato, istintivo, e Yemos, riflessivo e cauto, ma capace di profonde intuizioni. Nonostante la giovane età, potrebbe essere giunto per loro il momento di salire al trono. Non sono però i soli ad attendere con trepidazione il giudizio degli Dei. Nel tempio abitato dalla Dea Vesta e dalle sue sacerdotesse, una di loro, la tormentata Ilia - figlia di Amulius, fratello minore di re Numitor - ha il cuore dilaniato da una profonda passione e da un terribile senso di colpa. Teme di essersi macchiata di un peccato che l'ha resa indegna agli occhi di Vesta. Mentre gli Dei giocano con le vite e i troni dei mortali, nella vicina Velia, un'altra delle trenta città della Lega Albana, un nuovo gruppo di giovani è pronto per affrontare i Lupercalia: sei mesi da trascorrere nei boschi, al termine dei quali o torneranno uomini, o non torneranno affatto. Tra loro c'è Wiros, un orfano gracile e solitario, che osserva con timore la selva in cui dovrà vivere. Pare sia infestata da una divinità crudele e selvaggia che è stata bandita da tutti gli altri Dei. Rumia, la Madre dei Lupi. In contemporanea con la serie evento di Matteo Rovere in onda su Sky, Il sangue della Lupa è il primo volume della trilogia "Romulus".

Carlo Barbieri
Dieci piccoli gialli
Strani furti, misteriose sparizioni, scippi, soprusi… Non c’è attività criminale che sfugga all’occhio attento di Ciccio. Il fiuto del detective non gli manca, non per niente ha già le idee chiare su quello che farà da grande: il commissario di polizia. La sua mente instancabile non si ferma mai, nemmeno nel sonno. E chi sottovaluta il suo talento dovrà presto ricredersi, perché il giovane Sherlock Holmes risolve qualsiasi caso!

Cristiano Caccamo
Chiedimi la luna

Aibek appartiene a una famiglia che, di generazione in generazione, si tramanda un lavoro di grande sapienza e abilità: accendere e spegnere la luna. Un compito scrupoloso, fatto di centimetri, per spostare con uno spazzolone granelli di luce sull’esatta porzione da illuminare. Ci vogliono tanta precisione e dedizione, perché è un mestiere solitario, lassù in mezzo all’universo. Quando il padre si ritira, tocca ad Aibek diventare l’artefice di quella magia. Ma la luna è fatta anche di un’ombra scura e il ragazzo non resiste alla tentazione di esplorare quel territorio, ignoto e minaccioso. È così che tutto cambierà. Improvvisamente lui si troverà sulla terra, la “palla bluastra” che ha sempre guardato con curiosità da lassù. Smarrito e spaventato, Aibek vivrà l’avventura di un mondo sconosciuto, senza comprendere lo scorrere del tempo, la pioggia, gli alberi, le strade, gli animali… e l’amore. Sarà Adhara a guidarlo nel caos insensato della vita sulla terra, con la sua forza e la sua fragilità di giovane donna. E Aibek troverà nelle emozioni dell’amore la piena consapevolezza di sé e del suo destino.

Katja Centomo
La strada per Pont Gun
Per Anna, Daniel e Frédéric, tre impavidi tredicenni che coltivano da sempre la passione per l’Avventura senza Paura, questa è un’estate importante. Uniti da un’amicizia inossidabile, protagonisti fin dai tempi dell’asilo di gesta memorabili, per i tre è giunto il momento di intraprendere la più grande delle imprese: raggiungere Pont Gun, il villaggio senza strada. L’antico borgo abbandonato è sempre stato lì,  ma nessuna mappa riporta sentieri o tracciati in grado di raggiungerlo. Inizia così la più difficile delle Avventure senza Paura che mette i tre inseparabili amici sulle tracce di una strada dimenticata, un percorso che li porterà a esplorare anche le ombre che si portano dietro, come quella del quarto componente del gruppo di cui nessuno vuole parlare, o come quella di una donna misteriosa, vissuta a Pont Gun cento anni prima e che ora li attende alla fine del loro cammino.

Paolo Di Paolo
Storie del buongiorno per bambini gentili
Questa storia inizia così. Con la maestra che sembra un fiume in piena: “Invece di stare tutto la testa china sul cellulare o sull’iPad a giocherellare, forse dovreste ogni tanto ascoltare il telegiornale!”. Silenzio assoluto. La maestra continua: “Non avete sentito ieri sera?”. I bambini scuotono la testa. “Complmenti, ragazzi! Da ieri è entrata in vigore una nuova legge: non si potrà più essere gentili. C’è il divieto della gentilezza”. Le bocche dei bambini sono tutte spalancate. “Chiudete quelle bocche, entrano le mosche!”. Chiudendo la bocca di colpo, Riccardo si morde la lingua e tira un urlo che fa saltare i compagni sulle sedie. Si alza fra i banchi una voce sottile e spaventata: “Questo vuol dire che… ”. La frase non arriva alla fine che la maestra l’ha già interrotta in modo brusco: “…che non si potrà essere più gentili, mi sembra chiaro no? Nessuno sarà gentile con nessuno! Perciò io non sarò mai più gentile con voi!”. “Chi sarà gentile” aggiunge severa “commette un reato, e per questo sarà punito”.

Eliselle
Girlz vs Boyz

Stella e Frances sono due fratelli che nutrono la stessa passione e sin da piccoli si sono dedicati allo stesso sport: il calcio. Il padre dei due ragazzi ha sempre incoraggiato Frances, il più grande ed esuberante, e ha sempre pensato che quella di Stella, più timida e chiusa, fosse una «passione riflessa» dovuta all'ammirazione per il fratello. Eppure Stella non ha mai smesso di allenarsi e di giocare in una squadra femminile della sua città, diventando la migliore bomber in circolazione. Arrivata, però, a una svolta importante per la sua carriera, Stella si ritrova ostacolata dal fratello, che cerca di sminuire i suoi risultati davanti a tutti, compreso il ragazzo di cui è innamorata. Lei non ci pensa due volte e lo sfida a giocare una partita di calcio tra le proprie squadre, femmine contro maschi: chi vincerà?

Antonio Ferrara
Sangue chiama sangue
Un ragazzo prigioniero in casa condannato da una barbara tradizione, vecchia di centinaia di anni, a diventare vittima sacrificale. Un’insegnante costretta a dargli lezioni a casa perché, se il ragazzo uscisse, verrebbe ammazzato. La vendetta insaziabile di una faida famigliare, il sangue versato che chiede altro sangue, in una terribile catena infinita. Forse un evento imprevisto e formidabile spezzerà questa catena. Ma forse nemmeno quell’evento basterà.

Daniele Nicastro
Il furto del secolo
Due ragazzini arguti, una rocambolesca indagine e una Parigi di inizio Novecento messa sottosopra alla ricerca del quadro più famoso del mondo, misteriosamente trafugato dal Louvre. Tutti gli ingredienti per un’avventura irresistibile!
Parigi, 21 agosto 1911. Il ladro penetra nel Louvre senza dare nell’occhio. Con un rapido movimento, stacca il quadro dalla parete lasciando un alone di polvere attorno. Deve far presto. La signora del ritratto gli rivolge un impercettibile sorriso mentre viene avvolta nella giacca. Pochi minuti dopo il ladro è fuori, si allontana con la camicia sudata e l’espressione trionfante: ha rubato La Gioconda!

Daniela Palumbo
A un passo dalle stelle
Una coppia con due figli, Giacomo, quindici anni e Matteo, sedici. La famiglia di Giorgia, che è stata adottata e ha cominciato a chiedere di conoscere i genitori di origine. Poi Viola, a cui il padre ha promesso che la raggiungerà. E infine Leonardo, che deve riallacciare i rapporti con il figlio Gus. Tra loro non si conoscono, ma in comune hanno il proposito di percorrere a piedi un breve tratto della via Francigena, da Lucca a Roma, con due guide, Fabien e Gaia, e la speranza che il cammino li aiuti a raggiungere quello che cercano. Una sera Giorgia trova una lettera in un libro. Chi può averla messa proprio lì? A scrivere è un ragazzo, dice di chiamarsi Alessio. Racconta di aver lasciato la lettera fra le pagine sperando che qualcuno la trovi…

Annamaria Piccione
La mia notte sulla luna
Luglio 1969, come ogni anno la piccola Annuccia si trasferisce con la famiglia (sorella, fratello, genitori, nonna e zii) nel casolare di campagna, dove il tempo sembra essersi fermato. È felice all’idea di godersi l’aria fresca, di giocare all’aperto e di trascorrere le serate guardando le stelle e la luna. Soprattutto la luna, protagonista di quell’incredibile estate. Sta per arrivare il 20 luglio, la notte dello sbarco degli astronauti sul satellite terrestre, tutti sono eccitati, soprattutto Michele, il fratello più grande di Annuccia. Lui sa tutto dell’Apollo 11, ha persino costruito un modellino dell’astronave. Ma in campagna non c’è ancora l’elettricità, come faranno ad assistere all’allunaggio?

Cinzia Tani
Tutti a bordo!
Un ex capitano marittimo ha passato la vita sulle navi di lungo corso e adesso è in pensione e vive in una grande casa di legno davanti al mare, a forma di nave, con gli oblò al posto delle finestre. Una domenica ospita i tre nipotini: Giada e Luca, gemelli di dodici anni e Lalla di otto anni. La sera Giovanni riceve degli “amici” speciali. Noè ha perso il gatto e non può salpare con la sua Arca se non lo ritrova, Cristoforo Colombo e Magellano litigano sulle loro scoperte e sulle rotte marine. Ulisse arriva con le orecchie tappate, nel timore di udire il canto delle sirene che potrebbe portarlo alla rovina. Non sa che in casa è giunta la Sirenetta, che Lalla nasconde nella sua camera. Un romanzo divertente per le situazioni che si creano tra i personaggi e i tre bambini.

Ornella Della Libera
Tredici casi per un agente speciale
Blondie è una ragazza. Capelli biondi, occhi azzurro cielo, tanta energia, la passione per le moto. Più un dettaglio. Anzi, due. Una pistola e un distintivo di metallo sui chi è inciso un numero di matricola. Agente di polizia. Blondie è il suo nome in codice. Non sopporta di vedere le persone soffrire. Non sopporta la violenza. Eppure non ha paura di farsi male.

Ornella Della Libera
I nuovi casi dell'agente speciale Blondie
Blondie è stata una delle prime donne poliziotto d’Italia. Per diventare un agente di Polizia, bisognava superare un addestramento durissimo, degno di un marine. Da allora Blondie non ha mai smesso di svolgere con passione il suo lavoro, in nome della legalità e difesa dei più piccoli e innocenti. Sono loro i protagonisti di queste storie, ragazzi che talvolta sono costretti a combattere contro mostri tanto più grandi di loro. Ma con un angelo con la pistola come Blondie, i cattivi hanno le ore contate…

Ludovica Nasti
Diario Geniale
Una ragazza come le altre, che gioca a calcio e tifa Napoli, che adora Millie Bobby Brown, va alle feste, studia e si diverte. Ma ogni tanto Ludovica indossa il mantello da super eroina per volare a prendersi il suo sogno. Quello di diventare un’attrice. Un diario illustrato pieno di fotografie che ci portano sul set con lei, tra le lezioni di napoletano antico e gli allenamenti, sperando un giorno di poter incontrare Sofia Loren e Lorenzo Insigne. Il racconto sincero di una piccola donna che ha già incontrato un nemico, la malattia, ed è riuscita a sconfiggerlo. Perché la storia di Ludovica è l’avventura della ragazza che tutti vorrebbero diventare. La ragazza che crede nei suoi sogni e vive ogni giorno per realizzarli.

Giusi Parisi
Io, bullo
Alessandro è un ragazzo di tredici anni che vive in una delle periferie più difficili di Palermo. L’arresto forzato del padre, accusato di omicidio segna il suo modo di relazionarsi con gli amici. Nessuno osa contraddirlo, tranne Caterina che lo fronteggia senza timore. Un giorno, Alessandro mette a repentaglio la vita di un compagno, anche se non era sua intenzione. Da questo tragico evento inizia una riflessione su se stesso.

Giusi Parisi
Bullismo. Una storia per capire
Le giornate trascorrono normalmente tra i compagni di allenamento in un’associazione sportiva, fino a quando arriva Carlotta, una dodicenne minuta, timida e maldestra che diventa subito oggetto di scherno. Video, meme, fotografie che la riprendono nei momenti più buffi circolano in una chat di gruppo dalla quale Carlotta è esclusa. Le cose cambieranno con la convocazione di Marilena, ispettrice della Polizia Postale che farà ragionare tutti insieme sulle possibili soluzioni per scongiurare un fenomeno tanto diffuso. Una storia per riflettere su se stessi e sulle relazioni con gli altri, emozioni, sogni, ma soprattutto ferite, a volte indelebili, che un gesto o una parola possono provocare negli altri.

Annamaria Piccione
Il coniglietto Cuordipietra
Il racconto affronta il tema della prepotenza, associabile al bullismo, problema noto in tutte le scuole del mondo: il protagonista è un coniglietto all’apparenza molto cattivo che, nell’immaginario di un bambino, si pone come antagonista del Bene. In realtà – e i bambini lo scopriranno nel corso della storia grazie ad altri personaggi positivi – il coniglietto è solo un cucciolo spaventato. Per lui ci sarà una via d’uscita che concluderà la vicenda con un lieto fine, indispensabile per l’equilibrio dei piccoli.

Cinzia Tani
La Capobanda
Clarissa e i suoi amici, a scuola, sono vittime di un gruppo di bulli. Sono vulnerabili anche a causa delle loro fobie: il terrore di parlare in pubblico, la mania dell’ordine, la claustrofobia, la paura dello sporco, una particolare sensibilità ai rumori. Attraverso un amico speciale che abita nel suo palazzo, Clarissa riesce a trasformare le paure dei suoi compagni in poteri. L’amico speciale è Alex, un hikikomori, un ragazzo che, dopo la morte del padre, si è chiuso nella sua stanza e vive solo virtualmente. Studia, lavora, guadagna ma non fa entrare nessuno nel suo mondo. Fa un’eccezione per Clarissa, le suggerisce dei particolari allenamenti per i suoi amici più fragili, e si innamora di lei. Sarà ricambiato? O Clarissa preferirà Luca, il fidanzato affidabile, fedele, affettuoso? Clarissa forma una banda e la storia racconta la vita dei suoi componenti. Le paure superate, le rivalse, le conquiste, le sofferenze per i problemi familiari, i primi amori. Ma i bulli sono veramente cosi` cattivi e potenti? O per qualcuno basta staccarsi dal gruppo per l’amore di una ragazza e cambiare comportamento?

Viola Ardone
Il treno dei bambini
È il 1946 quando Amerigo lascia il suo rione di Napoli e sale su un treno. Assieme a migliaia di altri bambini meridionali attraverserà l'intera penisola e trascorrerà alcuni mesi in una famiglia del Nord; un'iniziativa del Partito comunista per strappare i piccoli alla miseria dopo l'ultimo conflitto. Con lo stupore dei suoi sette anni e il piglio furbo di un bambino dei vicoli, Amerigo ci mostra un'Italia che si rialza dalla guerra come se la vedessimo per la prima volta. E ci affida la storia commovente di una separazione. Quel dolore originario cui non ci si può sottrarre, perché non c'è altro modo per crescere.

Antonio Ferrara
Diritti al cuore
«Sono piccoli piccoli. Dei puntini neri, non li vedi facilmente. E vanno sulla testa di tutti i bambini. E poi sui capelli ti fanno prurito, un prurito che quando cominci a grattarti non la finisci più». Le avventure quotidiane di Leo, allegro e curioso, che giorno dopo giorno deve confrontarsi con i piccoli grandi problemi della vita di un bambino: i pidocchi, i compiti che a volte non ti permettono di uscire a giocare con gli amici, i ragazzi prepotenti, le interrogazioni, il rapporto con la sorella e i genitori, una maestra un po’ speciale… Un libro che, tra il serio e il faceto, introduce al tema dei diritti dei bambini.

Antonio Ferrara
Diritti al cuore
«Sono piccoli piccoli. Dei puntini neri, non li vedi facilmente. E vanno sulla testa di tutti i bambini. E poi sui capelli ti fanno prurito, un prurito che quando cominci a grattarti non la finisci più». Le avventure quotidiane di Leo, allegro e curioso, che giorno dopo giorno deve confrontarsi con i piccoli grandi problemi della vita di un bambino: i pidocchi, i compiti che a volte non ti permettono di uscire a giocare con gli amici, i ragazzi prepotenti, le interrogazioni, il rapporto con la sorella e i genitori, una maestra un po’ speciale… Un libro che, tra il serio e il faceto, introduce al tema dei diritti dei bambini.

Annamaria Piccione
Se dico no è no
Se dico NO è NO è il divertente racconto del piccolo Nico da cui emerge quanto sia importante non rinunciare alla propria unicità e autenticità. Non è un libro che induce alla disobbedienza ma invita a riflettere sull’importanza di non rinunciare ai propri desideri più profondi. È importante guidare bambini e bambine ad avere una voce forte e chiara sui propri diritti, sia affinché nessuno approfitti di loro, sia perché in futuro non diventino adulti/e che approfitteranno degli altri. Altrettanto fondamentale è insegnare sin da piccoli/e che può essere giusto dire NO quando qualcuno vuol decidere sulla loro vita senza tener conto dei loro desideri; a maggior ragione se e quando queste decisioni non sono supportate da validi motivi ma condizionate da idee stereotipate

Christian Antonini
I ribelli di giugno
Bordeaux, giugno 1940. Marian è un ragazzino ribelle che diventa amico del Consosole portoghese Aristides Sousa Mendes, un uomo integerrimo dilaniato da un dubbio: seguire le regole e condannare migliaia di ebrei al gioco nazista oppure violarle e salvare migliaia di sconosciuti rischiando la propria carriera? I due si conoscono durante una partita a scacchi e mentre Aristide scopre l’importanza della disubbidienza, il ragazzo arriva a rischiare in prima persona per fare la cosa giusta: salvare il prossimo. Grazie a Marian il Console firmerà visti per 30.000 persone.

Daniele Aristarco
Lettere a una dodicenne sul fascismo di ieri e di oggi
La storia si può ripetere? Attraverso una narrazione chiara e avvincente, una serie di lettere inviate a una giovane studentessa, Aristarco narra la storia del fascismo, ne rievoca alcuni rilevanti aspetti quotidiani, (l’intrusione, il ruolo della donna, le leggi razziali, la soppressione dei diritti) e indaga l’enigma del consenso. Nell’ultima parte del libro, infine, l’autore analizza alcuni episodi recenti. Uno strumento di dialogo con le nuove generazioni per comprendere il presente, un messaggio di fiducia nel futuro.

Gigliola Alvisi
Ilaria Alpi. La ragazza che voleva raccontare l'inferno. Storia di una giornalista
Sono passati vent’anni da quando Ilaria Alpi è stata uccisa in Somalia, a soli trentadue anni, insieme al cameramen Miran Hrovatin. Il suo è un caso irrisolto, su cui si chiede ancora giustizia. Ilaria è una giornalista in missione, che ha scoperto una verità scomoda: una rede di traffico internazionale di armi e rifiuti tossici, corruzione e mistero, tra l’Italia e la Somalia. È la storia di una donna che vuole fare la differenza, intrecciata a quella di una adolescente del posto, Jamila. La cronaca viene raccontata attraverso la poesia dei vissuti e degli incontri.

Gigliola Alvisi
Giacomo Matteotti. Una morte annunciata
Il 10 giugno 1924 Giacomo Matteotti viene rapito a Roma. Il romanzo racconta la difficile indagine che porterà, due mesi dopo, alla scoperta del suo cadavere. Non si conosce il mandante, né quale sia il movente del rapimento e del delitto. Forse perchè non si sa chi sia davvero Giacomo Matteotti. Ce lo raccontano la moglie Velia, l’anziana madre Isabella, il compagno del partito Modigliani, idue magistrati Del Giudice e Tancredi, perfino Mussolini in persona, il sospettato principale. Eppure qualcosa non torna.

Luca Azzolina
Don Ciotti, un'anima libera
Le mafie si possono sconfiggere! C’è chi le combatte ogni giorno con la memoria e con l’impegno, e don Luigi questo lo sa bene. Quando ha fondato l’associazione Libera, ha alzato la voce contro ogni tipo di corruzione e criminalità, mostrando a tutti noi una strada da seguire, lastricata di onestà e coraggio.

Felice Cavallaro
Sciascia l'eretico. Storia e profezie di un siciliano scomodo
A trent’anni dalla scomparsa dello scrittore di Racalmuto, un viaggio affascinante tra umori, amicizie e battaglie, tra vita e opere che scandiscono i passaggi della nostra storia recente – dal Giorno della civetta al Contesto, da L’affaire Moro a Una storia semplice.
Si è sempre battuto da «eretico» per far prevalere la ragione e il diritto in un Paese che ha spesso preferito le scorciatoie e i gattopardismi. Leonardo Sciascia con le sue invettive e ossessioni ha anticipato temi cruciali della vita pubblica, nodi rimasti drammaticamente irrisolti, dalla lotta alla mafia alla corruzione, dagli errori della macchina della giustizia a quelli dello Stato, dal caso Moro al travaglio di Enzo Tortora, passando da forti intese a grandi contese, da Calvino a Guttuso. Una vita controcorrente, quella dello scrittore siciliano, lungo l’asse fra Palermo e Roma, Milano e Parigi, fra case editrici e commissioni di Montecitorio, o a caccia di stampe antiche e di documenti negli archivi dell’Inquisizione spagnola. Un bilancio dell’eredità di un protagonista del mondo della cultura e della politica sempre attuale.

Gherardo Colombo/Zagrebelsky
Il legno storto della giustizia
All’Italia sembra spettare un non onorevole posto tra le nazioni più corrotte al mondo: ovunque si formino aggregati di potere, lì alligna il rischio del malaffare. Prendendo le mosse da questi presupposti drammatici che troppo spesso consideriamo immutabili e ai quali sembriamo quasi assuefatti, Gherardo Colombo e Gustavo Zagrebelsky si confrontano con schiettezza e reciproco rispetto discutendo da punti di vista diversi e complementari il senso ultimo del nostro vivere in comunità.

Alessandro D'Avenia
Ciò che inferno non è
Federico ha diciassette anni e il cuore pieno di domande alle quali la vita non ha ancora risposto. La scuola è finita, l’estate gli si apre davanti come la sua città abbagliante e misteriosa, Palermo. Mentre si prepara a partire per una vacanza-studio a Oxford, Federico incontra “3P”, il prof di religione: lo chiamano così perché il suo nome è padre Pino Puglisi, e lui non se la prende, sorride. 3P lancia al ragazzo l’invito a dargli una mano con i bambini del suo quartiere, prima della partenza. Quando Federico attraversa il passaggio a livello che separa Brancaccio dal resto della città, ancora non sa che in quel preciso istante comincia la sua nuova vita. La sera torna a casa senza bici, con il labbro spaccato e la sensazione di avere scoperto una realtà totalmente estranea eppure che lo riguarda da vicino. È l’intrico dei vicoli controllati da uomini che portano soprannomi come il Cacciatore, ‘u Turco, Madre Natura, per i quali il solo comandamento da rispettare è quello dettato da Cosa Nostra. Ma sono anche le strade abitate da Francesco, Maria, Dario, Serena, Totò e tanti altri che non rinunciano a sperare in una vita diversa.

Ornella Della Libera
Tredici casi per un agente speciale
Blondie è una ragazza. Capelli biondi, occhi azzurro cielo, tanta energia, la passione per le moto. Più un dettaglio. Anzi, due. Una pistola e un distintivo di metallo sui chi è inciso un numero di matricola. Agente di polizia. Blondie è il suo nome in codice. Non sopporta di vedere le persone soffrire. Non sopporta la violenza. Eppure non ha paura di farsi male.

Ornella Della Libera
I nuovi casi dell'agente speciale Blondie
Blondie è stata una delle prime donne poliziotto d’Italia. Per diventare un agente di Polizia, bisognava superare un addestramento durissimo, degno di un marine. Da allora Blondie non ha mai smesso di svolgere con passione il suo lavoro, in nome della legalità e difesa dei più piccoli e innocenti. Sono loro i protagonisti di queste storie, ragazzi che talvolta sono costretti a combattere contro mostri tanto più grandi di loro. Ma con un angelo con la pistola come Blondie, i cattivi hanno le ore contate…

Ornella Della Libera
Florian del cassonetto. Storia di un piccolo rom
Florian, dieci anni, è un bambino rom che vive in un campo nomadi di una grande città. Accolto come un figlio da Violeta, cresce insieme ai fratelli sentendosi uno di loro, fino al giorno in cui guarda per la prima volta con occhi diversi la vita al di fuori del campo, la vita dei bambini che vanno a scuola, hanno tutto e sono coccolati da tutti. E una volta accesa la curiosità per quel mondo così diverso dal suo, non è più possibile tornare indietro...

Antonio Ferrara
Pusher
In certi quartieri di Napoli ci sono ragazzi che vivono di notte, che spacciano droga, che non vanno a scuola. Ma, grazie a uomini e donne che immaginano i bambini e i ragazzi per ciò che potranno diventare, la notte non è fatta solo per questo. La notte è fatta anche per mostrare il proprio coraggio, lo spirito di sacrificio, la determinazione. La notte è fatta anche di lavori onesti e coraggiosi.

Angela Iantosca
Gli eroi di Leucolizia

L’antimafia è un esercizio quotidiano, fatto di scelte, di memoria, di impegno. Un esercizio che implica anche la narrazione, perché è importante ricordare sempre che ci sono state e ci sono persone che hanno avuto e hanno la forza di sacrificare le proprie vite in nome della giustizia, della legalità e del fresco profumo di libertà. Li chiamano eroi dell’antimafia: uomini e donne che hanno fatto il proprio dovere e che noi, ogni giorno, dobbiamo ricordare e onorare attraverso le nostre scelte e le nostre azioni. Anche raccontando ai più piccoli chi erano, cosa hanno fatto, come hanno tentato quotidianamente di rendere più pulita la Terra sulla quale viviamo. Come farlo con i bambini se non attraverso le favole? Nel libro sono sette le storie narrate. Ad aprire la narrazione Gaetano Saffioti che, testimone vivo del nostro tempo, diventa la voce narrante delle favole successive in cui si raccontano Don Pino Puglisi, Annalisa Durante, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, Giancarlo Siani, Peppino Impastato, Don Peppe Diana. Una agiografia laica, in cui gli eroi diventano alberi di pace e speranza, poeti e innocenti abitanti di “Leucolizia. che fa rima con liquerizia, ma che liquerizia non è”.

Amedeo La Mattina
L'incantesimo delle civette
La storia, raccontata da Luca quarant’anni dopo, rimane in bilico tra sogno e fatti realmente accaduti. Il razzismo sociale tra i giovani che si combattono a colpi di pietra e bastoni ha un esito imprevisto. La mafia soffoca la speranza che possa esistere un’esistenza alternativa . Ma un ragazzo, incantato dalle Civette e da una splendida donna, getta lo sguardo oltre il muro, scoprendo un orizzonte diverso e Leonardo Sciascia.

Dacia Maraini
La bambina e il sognatore
Romanzo potente, illuminato per la prima volta da un’intensa voce maschile. Riuscire a dare voce a un giovane padre in lutto per la perdita prematura della figlia è una complessa operazione narrativa. Dare vita a Nani, il protagonista maschile de La bambina e il sognatore, uomo dilaniato dal dolore e afflitto dal desiderio di paternità e dal bisogno inespresso di affermare la propria virilità, è una prova di maestria letteraria. Nani, oramai non più padre né marito, cerca di resistere alla sua perdita di identità assumendo un nuovo ruolo, quello di detective. Da S., cittadina intrappolata nell’immobilità di provincia, è sparita Lucia. La ricerca della bambina, coetanea della figlia, assume ben presto i tratti dell’ossessione: se gli abitanti di S. si sono rassegnati alla scomparsa, Nani non rinuncia all’idea che Lucia sia ancora viva.

Dacia Maraini
Sulla Mafia
Una madre e suo figlio. Lui, pentito di mafia, è stato ucciso per vendetta. Lei gli porta fiori e un paio di scarpe. “Sono venuta per maledirti”, dice. Eppure non riesce a negargli un gesto ultimo di pietà umana. Dacia Maraini prende le mosse da questa storia immaginaria, ispirata a fatti veri e narrata in forma di monologo, per affrontare il tema della mafia. Mette in gioco la sua esperienza personale, la sua memoria: una Palermo lontana dove si sentiva dire “la mafia non esiste”, i volti degli uomini che l’hanno combattuta; storie grandi e piccole di questi nostri anni – la morte di Falcone e Borsellino, quella di Rita Atria, “siciliana ribelle”; i silenzi colpevoli della società civile, il legame della criminalità con la politica, il grido dei ragazzi di Locri, il dolore di Napoli. Quel poco o molto di buono che c’è nel Paese ha un bisogno fisiologico, estremo di giustizia. E non di una giustizia astratta, sbandierata, retorica. Ma di quelle piccole giustizie quotidiane che costituiscono poi la grande rete del vivere civile.

Massimo Maugeri
Cetti Curfino
Un giornalista giovane e spiantato, Andrea Coriano, entra in un carcere per incontrare una detenuta, Cetti Curfino. Gli si pone davanti una donna prorompente, labbra carnose, corpo colmo, occhi che rivelano abissi. Andrea ha letto la storia di Cetti sui quotidiani: una donna semplice, un marito che muore mentre lavora in nero, un figlio da sistemare e una lenta discesa nelle viscere di una società che sa essere molto crudele. Un caso che ha fatto molto parlare ma che adesso sta per spegnersi, ingoiato da altri clamori. Il giornalista ha subito creduto che la sua storia andasse raccontata e ora che se la trova lì capisce di non essersi sbagliato.
Chi è Cetti Curfino? Qual è la storia che l’ha portata in carcere? Sarà in grado di aprire a lui – giornalista alle prime armi – la propria vita, i percorsi oscuri che l’hanno condotta fin lì? Andrea non ha molte armi professionali in tasca, e nemmeno molti strumenti di seduzione, in verità, ma la voce di Cetti, però, non gli dà tregua: vibrante nel suo italiano imperfetto, sembra salire dalle profondità della terra di Sicilia.

Daniele Nicastro
Grande
Luca, tredici anni, voleva andare in vacanza con gli amici. Invece gli tocca il soggiorno in Sicilia, nel paese di nessuno. Per fortuna Luca conosce Mario, con motorino e ultimo iphone, che lo invita al bar. Luca non è mai stato in un bar. Quelle sono cose da grandi e lui non vede l’ora. L’estate è salva, ma dietro tutta quella libertà, le feste in piscina e la fratellanza con i nuovi amici si nasconde un nemico feroce e spietato. Il suo nome è Mafia. Eppure Luca sa riconoscere un guaio quando ci finisce dentro. E questo è il più grosso che gli sia mai capitato… Uno straordinario romanzo d’esordio che parla di crescita, di amicizia e di mafia.

Daniele Nicastro
Khalifa, un immigrato da medaglia
La storia di Khalifa inizia in Bangladesh, in una baracca, in condizioni di estrema povertà. Khalifa sogna di venire in Italia per migliorare la propria vita. Ma a Roma la sua vita non migliora affatto. Non trova né una casa né un lavoro e finisce a vivere in un buco fognario sulle rive del Tevere. Passa le giornate in attesa che accada qualcosa. E qualcosa accade: una persona sta annegando in mezzo al fiume. Khalifa si getta in acqua senza esitazione. Non pensa a se stesso, alla sua vita, al permesso di soggiorno scaduto. Pensa solo a quella persona. Ironia della sorte, mentre la donna è condotta in ospedale, a lui che l’ha salvata viene contestata l’irregolarità del soggiorno e le procedure prevedono il rimpatrio. È l’inizio di un’altalena di emozioni che, da ambulante senzatetto, lo porteranno a diventare Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana.

Daniele Nicastro
La giornata contro le mafie
Il 21 marzo non è solo il primo giorno di primavera. È anche la giornata contro le mafie. Filippo e i suoi amici ne scoprono il significato quando, davanti a un capannone, leggono su uno striscione: «Bene confiscato alla mafia».

Adriana Pannitteri
Cronaca di un delitto annunciato
Antonio, carabiniere di origini siciliane con una vita apparentemente felice arriva a scrivere decine di lettere tormentate a una sconosciuta. Maria Grazia è una giornalista di una importante TV nazionale. Incontrerà personaggi a tratti grotteschi in un mondo che le sembra banalmente cattivo e senza speranza. Le lettere di Antonio la costringeranno a chiedersi cosa accada nella mente di una persona, annulla le sue certezze trasformandosi in un “mostro”. Contraddizioni e fragilità degli esseri umani acquisiscono in questa storia il ritmo narrativo di un giallo. Liberamente ispirato a una storia vera.

Annamaria Piccione
La musica del mare
Rosario vive a Palermo ed è il figlio di un pentito di mafia. A scuola gli hanno insegnato che la mafia è una cosa brutta, ma in famiglia sostengono il contrario e ripudiano il padre. Da quando il padre si è pentito, gli amici lo hanno lasciato solo. Poi Rosario conosce Anna. Inoltre l’incontro col misterioso Tancredi, rivelerà a Rosario un nuovo universo: quello della musica…

Annamaria Piccione
Onora il padre
Valentina trova un biglietto anonimo: qualcuno le vuole rivelare la verità sulle sue origini, mentre si reca all’appuntamento con l’autore, lungo la strada, assiste a un incidente in cui un’auto investe un uomo che muore sul colpo, l’autore non si presenta. Scoprirà che la figlia della vittima è sua sorella. La sorpresa più amara però è il volto nascosto del padre adottivo che per desiderio di riscatto sociale ha ceduto alle lusinghe della mafia.

Annamaria Piccione
Per sempre libero
Un brillante imprenditore, un amico sincero, un infaticabile lavoratore: questo era libero Grassi. Ma era soprattutto un uomo coraggioso, che a Palermo seppe opporsi ai ricatti della mafia mentre tutti vi cedevano, quasi fosse un destino inevitabile. Amava troppo la sua azienda per consegnarla alle mani dei criminali, e per questo, per non essersi piegato, fu ucciso. Saverio scopre la sua storia dal nonno Nino, che di Libero era amico, e la fa sua per sempre, come un esempio prezioso.

Tea Ranno
Sentimi
Una donna, una scrittrice, tornata nel paese siciliano dove è nata, ascolta delle voci che si fanno strada in una nebbia strana, inquietante. Sono voci di donne morte, che vogliono, devono, raccontare le loro storie perché la scrittrice le trascini fuori dall’oblio al quale sono destinate. C’è un’altra storia che vogliono si sappia. La storia di Adele, figlia di Rosa, ma non del suo legittimo marito, Rosario; la colpa di Adele è quella di avere i capelli rossi, come il suo vero padre, per questo Rosario vive nell’attesa di uccidere la bambina, poi ragazza. Le donne del paese, faranno di tutto per salvarla. Perchè levare Adele dai meccanismi mentali malati di questi maschi brutali, vorrebbe dire aver salvato tutte loro.

Carmine Abate
Le rughe del sorriso
Sahra è una giovane somala che vive con la cognata e la nipote in un centro d’accoglienza in un piccolo paese della Calabria, un giorno Sahra sparisce ed il suo insegnante Antonio Cerasa comincerà a cercarla instancabilmente. Quello di Sahra è un personaggio memorabile, che resterà nella galleria dei grandi personaggi femminili. Abate sa coinvolgerci senza artifici ideologici, restituendoci un sentimento del mondo che si apre alla meraviglia di esistere. C

Viola Ardone
Il treno dei bambini
È il 1946 quando Amerigo lascia il suo rione di Napoli e sale su un treno. Assieme a migliaia di altri bambini meridionali attraverserà l'intera penisola e trascorrerà alcuni mesi in una famiglia del Nord; un'iniziativa del Partito comunista per strappare i piccoli alla miseria dopo l'ultimo conflitto. Con lo stupore dei suoi sette anni e il piglio furbo di un bambino dei vicoli, Amerigo ci mostra un'Italia che si rialza dalla guerra come se la vedessimo per la prima volta. E ci affida la storia commovente di una separazione. Quel dolore originario cui non ci si può sottrarre, perché non c'è altro modo per crescere.

Daniele Aristarco
Io vengo da
“Da dove vieni?” È questa la domanda che un insegnante pone ai suoi studenti. Una quinta della Scuola primaria, composta metà da bambini stranieri. Il quesito, solo apparentemente banale, impegna tutti in un appassionante ricerca su se stessi, una vera e propria investigazione sulle proprie origini, sulla propria leggenda familiare. Attraverso i racconti dei giovani protagonisti, proveremo a comprendere questo mondo nuovo che si dischiude di fronte a noi.

Nicoletta Bortolotti
Chiamami sottovoce
Nicole Christen abita a Milano, tra la spensieratezza ed un lavoro precario, la morte della madre ed il suo testamento portano Nicole la notizia di una casa dimenticata in Svizzera. Nicole comincia a ricordare un episodio buio e sconosciuto della storia: fino agli anni ’80 era vietato ai lavoratori stranieri portare in Svizzera i propri figli. Negli anni ’70, ’80 i bambini proibiti erano più di 1.500. A causa di una legge severa, migliaia di bambini italiani entrarono clandestinamente in Svizzera, rinchiusi in soffitte o cantine per non essere scoperti. Il romanzo racconta di una preziosa amicizia tra una bambina libera ed un bambino proibito.

David Conati
Quando lo straniero sono io
Andremo a stare meglio, vedrete, vi piacerà.
Con queste parole il signor Gianni cerca di convincere i suoi figli che trasferirsi all’estero è un’opportunità da cogliere al volo.
L’inserimento da stranieri nella scuola e nella comunità di un Paese dove lingua, usi, costumi e abitudini sono diversi da quelli del loro luogo d’origine però non sarà privo di sorprese.
Un racconto autobiografico nel quale l’autore, con un taglio ironico e divertente racconta la sua esperienza e le sue disavventure da emigrante. Per far capire cosa si prova quando siamo noi a chiedere accoglienza in un altro Paese.

Donatella Di Cesare
Stranieri residenti
Abitare e migrare non si contrappongono, come vorrebbe il senso comune. In ogni migrante si deve invece riconoscere la figura dello «straniero residente», il vero protagonista del libro. Nella nuova età dei muri, in un mondo costellato da campi di internamento per stranieri, Di Cesare sostiene una politica dell’ospitalità, fondata sulla separazione dal luogo in cui si risiede, e propone un nuovo senso del coabitare.

Antonio Ferrara
Casa Lampedusa
Il mare porta i migranti sulle spiagge di Lampedusa, e un giorno porta anche Khalid. Salvatore li teme entrambi. Ogni mattina a colazione se lo ritrova lì, Khalid con i suoi modi bruschi tiene tutti a distanza. Salvatore ne ha già abbastanza di essere emarginato a scuola, dove i compagni lo prendono in giro perché non sa nuotare. Sì, Salvatore sa bene cosa sia la paura. Quello che non sa è che a volte la paura porta a compiere gesti prodigiosi, perfino eroici…

Catena Fiorello Galeano
Picciridda
Quando i suoi genitori sono emigrati in Germania in cerca di fortuna hanno portato con sé solo il più piccolo dei due figli, affidando "la grande", Lucia, pur sempre picciridda, alla nonna paterna. L'esistenza di Lucia si ripopola degli affetti delle donne della famiglia. Ci sono anche gli uomini, da cui stare alla larga (come dice sempre la nonna) o da scoprire (come sente Lucia). E proprio uno di quegli uomini nasconde un terribile segreto a cui la picciridda si avvicina sempre più, ignara di ciò a cui va incontro...

Fabio Geda
Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaiatollah Akbari
Se nasci in Afghanistan, nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, può capitare che, anche se sei un bambino alto come una capra, e uno dei migliori a giocare a Buzul-bazi, qualcuno reclami la tua vita. Tuo padre è morto lavorando per un ricco signore, il carico del camion che guidava è andato perduto e tu dovresti esserne il risarcimento. Ecco perché quando bussano alla porta corri a nasconderti. Ma ora stai diventando troppo grande per la buca che tua madre ha scavato vicino alle patate. Così, un giorno, lei ti dice che dovete fare un viaggio. Ti accompagna in Pakistan, ti accarezza i capelli, ti fa promettere che diventerai un uomo per bene e ti lascia solo. Da questo tragico atto di amore hanno inizio la prematura vita adulta di Enaiatollah Akbari e l’incredibile viaggio che lo porterà in Italia passando per l’Iran, la Turchia e la Grecia. Un’odissea che non è riuscita a fargli perdere l’ironia né a cancellargli dal volto il suo sorriso. Enaiatollah ha infine trovato un posto dove fermarsi e avere la sua età. Questa è la sua storia.

Daniela Palumbo
Sotto il cielo di Buenos Aires
1952. Addio, Italia. Un lungo viaggio su una grande nave dovrebbe essere un’avventura magica, un sogno ad occhi aperti per chiunque… Invece per Ines significa abbandonare tutto – la scuola, l’amore, l’adorata cavalla Lucerna e partire con un grande punto interrogativo nella testa e un peso sul cuore. Destinazione: Argentina. A Buenos Aires non mancano colori e odori nuovi, idee e amicizie da scoprire, ma ben presto Ines incontra sulla sua strada una dittatura sanguinaria, e impara una parola che la segnerà nel profondo: desaparecidos. Si può davvero sparire per sempre? La ricerca della verità fa il giro del mondo e arriva ai nostri giorni, toccando le vite di Angela Maria, Ines, Estela, Luna, Pablo, tutti parte di un grande segreto da svelare e di un unico destino da ricostruire. Un romanzo che affronta con forza, intensità e speranza una delle pagine più crudeli della Storia.

Annamaria Piccione
È arrivato l'ambasciatore
Hakim è partito dall’Eritrea da qualche anno, come tanti, “in cerca di fortuna”, ma come di molti migranti, anche di Hakim a un certo punto non si hanno più notizie e la madre cade in una grave depressione. Questo spinge Ayub, il fratello più piccolo di Hakim, a partire per l’Italia per cercarlo. Un lungo viaggio in mare, a bordo di uno dei tanti barconi pieni di disperati, poi l’arrivo in Sicilia e il trasferimento in un centro di identificazione da dove fugge e nella sua fuga frenetica finisce sotto le ruote dell’auto di  Michele, con il quale stabilisce un dialogo grazie al fatto che Ayub comprende l’italiano, avendolo studiato nella scuola italiana che ha frequentato in Eritrea. Molti sono gli eventi che si susseguono. In questo libro, in molte occasioni, sembra di ascoltare le notizie alle quali i telegiornali ci hanno abituato. Non sono molte le storie che terminano come quella di Ayub, ma perché negarsi una speranza?

Andrea M. Alesci
Il giro d'Italia in 80 isole
Dall'Elba a Murano e dal Giglio alla Sicilia, 80 filastrocche per 80 isole d'Italia, in un viaggio mirabolante su e giù per lo stivale, tra storie vere e fantastiche invenzioni.

Nicoletta Bortolotti
Il cielo degni animali
Il cielo degli animali è un libro illustrato su come raccontare ai bambini il distacco: in modo lieve e sognante attraverso un gattino che va in cielo ma continua a giocare con noi anche se non lo vediamo. Ti diranno che il cielo dei gatti, dei cani, dei criceti e dei pesci rossi si trova dove finiscono le nuvole. Questo cielo è un luogo strano, dove chi non c’è più, c’è ancora. E dove sia, non si sa. Forse cominciano là i sogni pelosi degli animali.

Massimiliano Maiucchi
Casa cos'è
36 filastrocche per descrivere e raccontare le case nel gioco, le case degli animali, le case della fantasia, le case nel mondo e le case dei bambini; perché la casa non è soltanto un luogo, la casa siamo noi: il nostro ambiente,  le nostre caratteristiche  e le nostre esigenze.

Massimiliano Maiucchi
Il bruco sognatore
Maiucchi, clown, giocoliere e attore, usa le sue canzonette come canovaccio per uno spettacolo esilarante e coinvolgente indossando le vesti del cantastorie e giocando insieme al pubblico con le parole. Nelle piazze e nelle scuole Maiucchi racconta storie ed emozioni a suon di rima; attraverso la fantasia fa esplorare il mondo del sapere ai bambini, che, come per magia, rimangono coinvolti e stupiti da quello che si può trovare tra le righe di un testo. Il gioco la migliore forma di conoscenza e il modo più efficace per far avvicinare i piccoli alla lettura, e, chissà, forse da Il bruco sognatore alla grande letteratura il passo potrebbe essere più breve del previsto.

Annamaria Piccione
Alfabeto affamato
“Non tutto ciò che esiste può stare dentro al piatto!” dice la mamma al suo bambino. Ogni lettera, vocale o consonante può però diventare un buon cibo da gustare. Un modo giocoso e goloso per imparare l’alfabeto e, perché no, parlare di buona educazione alimentare

Annamaria Piccione
Il coniglietto Cuordipietra
Il racconto affronta il tema della prepotenza, associabile al bullismo, problema noto in tutte le scuole del mondo: il protagonista è un coniglietto all’apparenza molto cattivo che, nell’immaginario di un bambino, si pone come antagonista del Bene. In realtà – e i bambini lo scopriranno nel corso della storia grazie ad altri personaggi positivi – il coniglietto è solo un cucciolo spaventato. Per lui ci sarà una via d’uscita che concluderà la vicenda con un lieto fine, indispensabile per l’equilibrio dei piccoli.

Ritanna Armeni
Di questo amore non si deve sapere
Donna attraente e appassionata, magnetica e vitale, pianista eccellente, poliglotta, rivoluzionaria, impegnata nella lotta per i diritti delle donne, sostenitrice del libero amore, madre di cinque figli e moglie di un ricchissimo industriale russo: è Inessa Armand, votata anima e corpo alla causa bolscevica. Anche se per molto tempo il regime sovietico ha fatto di tutto per tenerlo segreto, fu il grande amore di Lenin, oltre che la sua più fidata collaboratrice. Si conobbero a Parigi nel 1909, in un caffè dove si incontravano i rivoluzionari russi in esilio: il loro legame si nutriva dell’ardore politico, dell’ebbrezza di ideare e partecipare a un cambiamento storico epocale, ma anche di fascinazione, attrazione e tenerezza. Inessa è sepolta per volere di Lenin davanti alle mura del Cremlino vicino a John Reed, ma è stata cancellata dai libri di Storia. Il capo della Rivoluzione non poteva essere macchiato dalla meschinità di un adulterio borghese. Ritanna Armeni, che ha seguito le sue tracce nelle poche testimonianze e biografie esistenti e ha ripercorso i suoi passi in Europa, ci restituisce il ritratto fremente, dolce e indomabile di una donna che più che al passato sembra appartenere al nostro futuro: inquieta e non catalogabile, piena di contraddizioni eppure integra nelle sue passioni, capace di amare perché libera, rivoluzionaria nel privato e nel politico.

Ritanna Armeni
Una donna può tutto. 1941: volano le Streghe della notte
Le chiamavano Streghe della notte. Nel 1941, un gruppo di ragazze sovietiche riesce a conquistare un ruolo di primo piano nella battaglia contro il Terzo Reich. Rifiutando ogni presenza maschile, su fragili ma agili biplani, mostrano l’audacia, il coraggio di una guerra che può avere anche il volto delle donne. La loro battaglia comincia ben prima di alzarsi in volo e continua dopo la vittoria. Prende avvio nei corridoi del Cremlino, prosegue nei duri mesi di addestramento, esplode nei cieli del Caucaso, si conclude con l’ostinata riproposizione di una memoria che la Storia al maschile vorrebbe cancellare. Il loro vero obiettivo è l’emancipazione, la parità a tutti i costi con gli uomini. Il loro nemico, prima ancora dei tedeschi, il pregiudizio, la diffidenza dei loro compagni, l’oblio in cui vorrebbero confinarle. Contro questo oblio scrive Ritanna Armeni, che sfida tutti i «net» della nomenclatura fino a trovare l’ultima strega ancora in vita e ricostruisce insieme a lei la loro incredibile storia. È Irina Rakobolskaja, 96 anni, la vice comandante del 588° reggimento, a raccontarci il discorso, ardito e folle, con cui l’eroina nazionale Marina Raskova convince Stalin in persona a costituire i reggimenti di sole aviatrici. È lei a descriverci il freddo e la paura, il coraggio e perfino l’amore dietro i 23.000 voli e le 1100 notti di combattimento. E a narrare la guerra come solo una donna potrebbe fare.

Ritanna Armeni
Mara. Una donna del Novecento
Mara è nata nel 1920 e ha 13 anni quando comincia questa storia. Vive vicino a largo di Torre Argentina. Il papà è bottegaio, la mamma casalinga. Ha un’amica del cuore, Nadia, fascista convinta, che la porta a sentire il Duce a piazza Venezia. Le piace leggere e da grande vorrebbe fare la scrittrice o la giornalista. Tanti sogni e tante speranze la attraversano: studiare letteratura latina, diventare bella e indipendente come l’elegante zia Luisa, coi suoi cappellini e il passo deciso e veloce. Il futuro le sembra a portata di mano, sicuro sotto il ritratto del Duce che campeggia nel suo salotto tra le due poltrone. Questo è quello che pensa Mara, e come lei molti altri italiani che accorrono sotto il Suo balcone in piazza Venezia. Fino a che il dubbio comincia a lavorare, a disegnare piccole crepe, ad aprire ferite. Tra il pubblico e il privato la Storia compone tragedie che riscrivono i destini individuali e collettivi, senza eccezioni. Quello che resta è obbedire ai propri desideri: nelle tempeste tengono a galla, e nei cieli azzurri sanno disegnare le strade del domani.

Maria Grazia Calandrone
Splendi come vita
Storia del tormentato amore fra una madre adottiva e sua figlia

Splendi come vita fa quello che fa la letteratura alla sua massima potenza: ridà vita a ciò che non c'è più, illuminando di riflesso la vita del lettore. Ma lasciamo che a parlarne sia l'autrice. «Splendi come vita è una lettera d'amore alla madre adottiva. È il racconto di una incolpevole caduta nel Disamore, dunque di una cacciata, di un paradiso perduto. Non è la storia di un disamore, ma la storia di una perdita. Chi scrive è una bambina adottata, che ama immensamente la propria madre. Poi c'è una ferita primaria e la madre non crede più all'amore della figlia. Frattura su frattura, equivoco su equivoco, si arriva a una distanza siderale fra le due, a un quotidiano dolore, a un quotidiano rifiuto, fino alla catarsi delle ultime pagine. Chi scrive rivede oggi la madre con gli occhi di una donna adulta, non più solo come la propria madre, ma come una donna a sua volta adulta, con la sua storia e i suoi propri dolori e gioie. Quando si smette di vedere la propria madre esclusivamente come la propria madre, la si può finalmente "vedere" come essere separato, autonomo e, per ciò, tanto più amabile» (Maria Grazia Calandrone).

Katja Centomo
Franca Viola. La ragazza che disse no.
Durante una vacanza in Sicilia, tre sedicenni apprendono la storia che ha cambiato la storia d’Italia. Nel 1965 ad Alcamo, Franca Viola subiva un sopruso che a quel tempo non era raro. Rapita e violentata dall’uomo che aveva rifiutato, sembrava non avere scelta: perdere la “purezza” costituiva un’onta incancellabile e l’unica soluzione era sposare l’uomo che l’aveva disonorata. Perfino la legge era contro di lei. Se quella legge e quel modo di pensare non esistono più è perchè Franca Viola disse no.

Eliselle
Girlz vs Boyz

Stella e Frances sono due fratelli che nutrono la stessa passione e sin da piccoli si sono dedicati allo stesso sport: il calcio. Il padre dei due ragazzi ha sempre incoraggiato Frances, il più grande ed esuberante, e ha sempre pensato che quella di Stella, più timida e chiusa, fosse una «passione riflessa» dovuta all'ammirazione per il fratello. Eppure Stella non ha mai smesso di allenarsi e di giocare in una squadra femminile della sua città, diventando la migliore bomber in circolazione. Arrivata, però, a una svolta importante per la sua carriera, Stella si ritrova ostacolata dal fratello, che cerca di sminuire i suoi risultati davanti a tutti, compreso il ragazzo di cui è innamorata. Lei non ci pensa due volte e lo sfida a giocare una partita di calcio tra le proprie squadre, femmine contro maschi: chi vincerà?

Catena Fiorello Galeano
Tutte le volte che ho pianto
Il romanzo racconta la tormentata storia di Flora, con una madre ancorata al passato e distrutta dopo la perdita della sorella di Flora, Giovanna, un bar da sostenere, una figlia quindicenne, ed un ex marito che continua a tornare nella sua vita. Ma arriva a scombinare le carte Leo, un uomo affascinante che sembra sapere tante cose su di lei…

Catena Fiorello Galeano
Cinque donne e un arancino
Dopo l’improvvisa scomparsa del marito, Rosa decide di lasciare Milano per tornare nella sua Sicilia, nel villaggio di origine di Melia. Qui ben presto intuisce che serve una sferzata di energia per scuotere le persone dal loro placido tran tran, magari portando turisti in quello sperduto paesino. Con l’aiuto di quattro nuove amiche di età molto diverse, Rosa sogna di aprire il Regno degli Arancini, una rosticceria dove far gustare i migliori prodotti della sua terra. Ma tra ostacoli, intrighi e amori tormentati, il cammino si fa sempre più impervio, se non fosse per l’intervento quasi magico di Octavia, giornalista americana in vacanza, che si innamora di quel luogo profumato e accogliente, finendo per trasportare le cinque amiche fino alla scintillante New York…

Lia Levi
L'anima ciliegia
Paganina ha un carattere forte e indipendente e una inclinazione per l’eroismo e gli eroi. Così quando incontra Guglielmo, che è stato partigiano con suo fratello Spartaco e ha fatto saltare da solo un camion di tedeschi, sa che è lui l’eroe che vuole al suo fianco, tra loro nascerà un amore che attraverserà tutta la vita. Lia Levi racconta la storia di una donna comune e straordinaria e delle persone che lei, riamata, ha amato. Un romanzo indimenticabile scritto da una delle più importanti autrici italiane.

Dacia Maraini
Corpo felice
Corpi che non hanno mai smesso di cercare la propria via per la felicità, amati o violati, santificati o temuti, quasi sempre dagli altri, gli uomini. Ed è proprio a loro che parlano queste pagine. Agli occhi di un bambino maschio non ancora uomo. Per ricordare a lui e a tutti noi, che solo quando l'amore arriva a illuminare le nostre vite, quello tra i sessi non sarà più uno scontro ma l'incontro capace di cambiare le regole del gioco.

Dacia Maraini
Tre donne. Una storia d'amore e disamore
Le tre donne protagoniste del romanzo, una nonna, una figlia e una nipote, costrette a convivere in un piccolo spazio, e a sopportarsi a vicenda, appartengono a tre età diverse, a tre tempi interiori sfasati l’uno con l’altro e non hanno niente in comune se non il fatto di redigere tutte e tre un diario, ciascuna a modo suo. La nipote nel modo più tradizionale, in un quaderno segreto che nasconde nei piccoli spazi più celati della casa; la madre scrivendo lettere a un corrispondente lontano; la nonna registrando la propria voce in un continuo reportage di se stessa. Nella dimensione privata si apre lapersonalità eccezionale di ogni donna.

Dacia Maraini
Chiara di Assisi. Elogio della Disobbedienza
Chiara ha dodici anni appena quando vede “il matto” di Assisi spogliarsi davanti al vescovo e alla città. È bella, nobile e destinata a un ottimo matrimonio, ma quel giorno la sua vita si accende del fuoco della chiamata: seguirà lo scandaloso trentenne e si ritirerà dal mondo per abbracciare, nella solitudine di un’esistenza quasi carceraria, la povertà e la libertà di non possedere. Sta tutta qui la disobbedienza di Chiara, in questo strappo creativo alle convenzioni di un’epoca declinata al maschile. Perché, ieri come oggi, avere coraggio significa per una donna pensare e scegliere con la propria testa, anche attraverso un silenzio nutrito di idee. Un racconto appassionato, segnato da sogni e continue domande, il ritratto intimo e provocatorio di una donna intelligente e volitiva a cui era stata negata la parola.

Dacia Maraini
La lunga vita di Marianna Ucrìa
Marianna appartiene a una nobile famiglia palermitana del Settecento. Il suo destino dovrebbe essere quello di una qualsiasi giovane nobildonna ma la sua condizione di sordomuta la rende diversa: “Il silenzio si era impadronito di lei come una malattia o forse una vocazione”. Le si schiudono così saperi ignoti: Marianna impara l’alfabeto, legge e scrive perché questi sono gli unici strumenti di comunicazione col mondo. Sviluppa una sensibilità acuta che la spinge a riflettere sulla condizione umana, su quella femminile, sulle ingiustizie di cui i più deboli sono vittime e di cui lei stessa è stata vittima. Eppure Marianna compirà i gesti di ogni donna, gioirà e soffrirà, conoscerà la passione.

Adriana Pannitteri
La forza delle donne
Maria Grazia è un'adolescente siciliana che sogna di fare la giornalista e la scrittrice. Dal suo incontro con Veronica, la mamma di Giulietta tragicamente uccisa dal suo compagno, nasce un racconto delicato e drammatico allo stesso tempo. Quella con Veronica diventa un'amicizia singolare tra una ragazza piena di curiosità e di interrogativi sulla vita e una donna adulta spezzata dalla sofferenza ma estremamente coraggiosa. Solo la forza e la determinazione consentono a Veronica di affrontare la perdita di sua figlia e di assumersi le responsabilità di nonna e di mamma allo stesso tempo. Deve infatti accudire la nipotina di soli 4 anni accompagnandola nel dolore ma anche nella speranza di poter lottare per un futuro nel quale le donne possano essere libere di scegliere senza subire violenze. Il libro fotografa quell'età di mezzo che è l'adolescenza con tutte le sue contraddizioni e le paure, gli amori, l'importanza dell'amicizia e i sogni che non devono mai morire.

Rosella Postorino
Le assaggiatrici
Rosa Sauer, la protagonista, è una delle assaggiatrici di Hitler. Ogni giorno viene prelevata dalla casa di campagna in cui vive con i suoceri ed è condotta alla “tana del lupo”, la dimora top secret in cui si nasconde il Führer. Ogni giorno Rosa e nove “colleghe” assaggiano i piatti che escono dalle cucine di Briciola, il cuoco di Hitler, per scongiurare ogni possibile tentativo di avvelenamento.

Tea Ranno
L'amurusanza
Quando Costanzo muore all’improvviso, Agata, che è una delle donne più belle e desiderate del paese, viene presa di mira dalla cosca di Occhi Janchi, che, oltre a “fottere” lei, vuole fotterle la Saracina, il rigoglioso terreno coltivato ad aranci e limoni che è stato il vanto del marito. Ma la Tabbacchera non ha intenzione di stare a guardare. Attorno a lei si raccoglie, prima timida poi sempre più sfrontata, una serie di alleati, una compagnia variopinta e ribelle di “anime rosse” che decide di sfidare il potere costituito a colpi di poesia, di gesti gentili e di buon cibo: in una parola di amurusanze.

Nadia Terranova
Addio fantasmi
Ida è appena sbarcata a Messina, la sua città natale: la madre l’ha richiamata in vista della ristrutturazione dell’appartamento di famiglia, che vuole mettere in vendita. Circondata di nuovo dagli oggetti di sempre, di fronte ai quali deve scegliere cosa tenere e cosa buttare, è costretta a fare i conti con il trauma che l’ha segnata quando era solo una ragazzina. Ventitre anni prima suo padre è scomparso. Non è morto: semplicemente una mattina è andato via e non è piú tornato. Sulla mancanza di quel padre si sono imperniati i silenzi feroci con la madre, il senso di un’identità fondata sull’anomalia, persino il rapporto con il marito, salvezza e naufragio insieme. Specchiandosi nell’assenza del corpo paterno, Ida è diventata donna nel dominio della paura e nel sospetto verso ogni forma di desiderio. Ma ora che la casa d’infanzia la assedia con i suoi fantasmi, lei deve trovare un modo per spezzare il sortilegio e far uscire il padre di scena.

Daniele Aristarco
Fake. Non è vero ma ci credo
Quasi tutte le storie celano qualche menzogna. Esistono, però, bugie in grado di generare odio e dalle quali bisogna imparare a difendersi. È questo il caso delle fake news, le narrazioni truffaldine in grado di “menarci per il naso”, proprio come si fa con i bufali quando li si tira per l’anello. Le “bufale”, infatti, sono bugie insidiose, talvolta si fanno beffa della nostra ingenuità però possono essere anche molto pericolose. Se non vengono prontamente smascherate, sono in grado di modificare le nostre abitudini, i nostri progetti e, talvolta, di minare i più profondi convincimenti. Questo libro indaga il rapporto tra verità e menzogna, provando ad aiutare i giovani lettori a orientarsi nella realtà.

Ritanna Armeni
Andrà tutto bene. Gli scrittori al tempo della quarantena
Dalle loro case, ventisei scrittori tra i più importanti del panorama italiano hanno dato un senso a questi giorni scegliendo di fronteggiare l’emergenza anche con le armi della letteratura

Oggi la paura ha un nuovo nome: Covid-19. Per sconfiggerlo, l’unica strada è rimanere a casa. Tra le quattro mura che ci hanno sempre protetto e che ora, però, sono diventate confini invalicabili. Sono diventate quasi un nemico. E invece, giorno dopo giorno, chi da sempre lavora con le parole ha scoperto che le stanze, le finestre, anche gli angoli più remoti di casa sono ali verso il mondo. Ognuno di loro ha così scelto il modo per dare vita a questa magia. Dalle loro case, ventisei scrittori tra i più importanti del panorama italiano hanno dato un senso a questi giorni scegliendo di fronteggiare l’emergenza anche con le armi della letteratura. E hanno deciso di farlo insieme alla casa editrice Garzanti, devolvendo tutto il ricavato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. C’è chi ha voluto parlare delle sue giornate, delle routine consolidate, delle novità che strappano un sorriso. Delle lacrime che non si riescono a fermare ma anche della forza della natura che scioglie il nodo in gola. Di convivenze forzate, come di distanze dalle persone care che sembrano insormontabili. Alcuni ammettono l’errore di aver pensato che non poteva essere tutto vero o danno voce agli animali che invece sono felici che sia tutto vero. Tutti loro sono convinti che le parole, i libri, le storie, uniscono. Creano vincoli invisibili che spezzano ogni barriera. Mentre leggiamo non siamo mai soli. E siamo forti. E tutto appare come sarà. Perché andrà tutto bene!

Antonella Cilento
Non Leggerai
In tutti i Mondi Occidentali la lettura non interessa più: scomparsi editori e giornali, un Decalogo governativo vieta la letteratura. Le lezioni in aula si tengono in video, gli studenti nelle Scuole Riassunto consegnano compiti filmati con il cellulare. È a Napoli, in una di queste scuole, che Help Sommella, sedicenne tatuata e ribelle, stringe amicizia con una nuova e timida compagna, Farenàit Lopez. Un giorno, Farenàit - che ha una passione per i volti dei morti, doppiamente scandalosa poiché il Decalogo vieta anche di vedere i propri parenti deceduti - ruba una cassa da morto insieme ad Help per spiare un vero cadavere ma, a sorpresa, scoprono che la cassa è piena di romanzi. Con passione crescente iniziano a leggere in segreto, peccato che una gang di giovanissimi camorristi le scopra… Amore, lettura e pericolose avventure s’intrecciano in un romanzo potente e veloce che insinua un sospetto: forse la vera trasgressione è leggere e scegliere da soli il proprio destino?

Alessandro D'Avenia
L'arte di essere fragili
“Esiste un metodo per la felicità duratura? Si può imparare il faticoso mestiere di vivere giorno per giorno in modo da farne addirittura un’arte della gioia quotidiana?” Sono domande comuni, ognuno se le sarà poste decine di volte, senza trovare risposte. In queste pagine Alessandro D’Avenia racconta il suo metodo per la felicità e l’incontro decisivo che glielo ha rivelato: quello con Giacomo Leopardi. Leopardi è spesso frettolosamente liquidato come pessimista e sfortunato. Fu invece un giovane uomo affamato di vita e di infinito, nonostante l’indifferenza e perfino la derisione dei contemporanei. Nella sua vita e nei suoi versi, D’Avenia trova folgorazioni e provocazioni, nostalgia ed energia vitale. E ne trae lo spunto per rispondere ai tanti interrogativi che da molti anni si sente rivolgere da ragazzi di ogni parte d’Italia, tutti alla ricerca di se stessi e di un senso profondo del vivere.

Antonio Ferrara
Vivavoce
A Lucio piace leggere ad alta voce, e lo fa benissimo. Perde in fretta il lavoro appena trovato. Un giorno, in biblioteca, apre un libro e inizia a leggerlo ad alta voce. Viene cacciato via dal bibliotecario, ma un signore che ha ascoltato il suo speciale modo di leggere gli offre un’attività di volontariato, da “lettore a domicilio”. Lucio andrà così a leggere libri famosi ad alta voce di casa in casa. E un giorno si troverà a leggere per qualcuno che gli cambierà la vita per sempre.

Massimo Maugeri
Cetti Curfino
Un giornalista giovane e spiantato, Andrea Coriano, entra in un carcere per incontrare una detenuta, Cetti Curfino. Gli si pone davanti una donna prorompente, labbra carnose, corpo colmo, occhi che rivelano abissi. Andrea ha letto la storia di Cetti sui quotidiani: una donna semplice, un marito che muore mentre lavora in nero, un figlio da sistemare e una lenta discesa nelle viscere di una società che sa essere molto crudele. Un caso che ha fatto molto parlare ma che adesso sta per spegnersi, ingoiato da altri clamori. Il giornalista ha subito creduto che la sua storia andasse raccontata e ora che se la trova lì capisce di non essersi sbagliato.
Chi è Cetti Curfino? Qual è la storia che l’ha portata in carcere? Sarà in grado di aprire a lui – giornalista alle prime armi – la propria vita, i percorsi oscuri che l’hanno condotta fin lì? Andrea non ha molte armi professionali in tasca, e nemmeno molti strumenti di seduzione, in verità, ma la voce di Cetti, però, non gli dà tregua: vibrante nel suo italiano imperfetto, sembra salire dalle profondità della terra di Sicilia.

Pascale Chapaux-Morelli, Eugenio Murrali
Vincere le delusioni
Questo libro è uno di quei pomeriggi passati con noi stessi. Serve a smontare i misteri della delusione, per diventare profondamente consapevoli dei suoi meccanismi.
Tutti ci scopriamo delusi un giorno o l’altro. In amore, ma anche in amicizia, al lavoro, in famiglia, cosa ci porta alla delusione? Esistono modalità psichiche o situazioni che la favoriscono? Quali conseguenze può avere la caduta di una nostra aspettativa? E come fare di questo vissuto negativo un processo vitale? La delusione non è solo un brutto scherzo della vita. Le persone abbastanza sensibili da seguire il percorso delle emozioni della delusione sviluppano una ricchezza interiore. È proprio questa capacità, di cui sono spesso inconsapevoli, che consentirà loro di trasformare un’esperienza dolorosa in uno slancio nuovo e positivo…

Andrea M. Alesci
Il giro d'Italia in 80 isole
Dall'Elba a Murano e dal Giglio alla Sicilia, 80 filastrocche per 80 isole d'Italia, in un viaggio mirabolante su e giù per lo stivale, tra storie vere e fantastiche invenzioni.

Domenico Russello
C'è sempre il mare
Riflessioni, memorie, storie di personaggi forti, malinconici, autentici. Ma il vero protagonista è solo uno: il mare. Quel mare che conserva i ricordi dolci di un'infanzia passata, custodisce le confessioni più intime e profonde, è testimone delle esperienze più belle e più dolorose, rievoca chi non c'è più e colma tutti i vuoti. Il mare raccontato da Domenico Russello è una certezza, accompagna la gente nelle piccole o grandi storie di ogni giorno, facendosi cornice o elemento essenziale di ogni vicenda, filo conduttore di questa raccolta di racconti che spaziano dalle riflessioni sui temi più attuali agli amori, alle violenze, ai turbamenti del cuore e della mente.

Gherardo Colombo
La bambina tutta verde
Questa è la storia di una bambina tutta verde, che vive in una casa tutta verde, ha giocattoli e vestiti tutti verdi, mangia addirittura cibi tutti verdi. È felice in questo piccolo universo a un colore, così come hanno deciso i suoi genitori, convinti che il verde sia il colore più bello del mondo. Ma quando la bambina inizia la scuola scopre intorno a sé una realtà tutta nuova e coloratissima. Come convincere la mamma e il papà che il rosso, il giallo, il blu non sono una minaccia ma una bellissima alternativa da avvicinare al verde? Gherardo Colombo affronta con delicatezza tematiche a lui care: il senso di giustizia, l’inclusione, l’accettazione della diversità in un mondo in cui essere differenti è bello.

Franco D'Adamo
Antigone sta nell'ultimo banco
Questa è la storia della Nebbia Aliena che trasforma le persone in zombie, indifferenti alla sofferenza degli altri. È la storia del Popolo del Fiume, che lavora sotto il sole. E del Ragazzo, che non tornerà mai più a casa. È la storia di Jo che trova la forza di ricordare a tutti che siamo nati per condividere amore, non odio. Ah, è anche la storia di Cat Fly.

Guido Marangoni
Anna che sorride alla pioggia
A Daniela l’ultima cosa che interessava era il sesso della creatura che portava in grembo. Bastava che fosse sana, diceva. Quando la dottoressa ci convocò e senza tanti preamboli ci disse: «Si tratta della trisomia 21», invece, capii un’altra cosa: che Daniela era già pronta. «È maschio o femmina?», chiese, lasciandomi a bocca aperta ancora una volta. Era Anna la buona notizia che stavamo aspettando.

Guido Marangoni
Come stelle portate dal vento. Il mio viaggio tra orizzonti persi e ritrovati
«Sono sempre stato affascinato dal vento. Invisibile fino a quando non incontra un ostacolo pronto a svelarlo, che sia un aquilone, un campo di grano o dei panni stesi ad asciugare, eppure capace di produrre grandi mutamenti. Se fino a un certo punto la mia vita è stata un navigare tutto sommato tranquillo, l'annuncio della trisomia 21 di Anna, come una folata di vento che gonfia le vele all'improvviso, mi ha dato una sferzata che per un po' mi ha fatto perdere l'orientamento. Un cambio di rotta a cui non ero preparato e che mi ha insegnato che, anche quando la destinazione è ormai in vista, nuove nuvole possono annebbiare l'orizzonte, costringendoci a riconsiderare i nostri piani. E se questo l'ho imparato a mie spese, portando in giro per l'Italia la storia di Anna, la nostra storia, ho capito che gli inciampi riguardano tutti, e sono tantissime le testimonianze di cadute e ripartenze, paura e resilienza che ho incontrato lungo questo viaggio. Ho scelto di raccontarlo, questo intreccio inaspettato di storie e destini, seguendo una personalissima rosa dei venti: tra rotte sbagliate e aggiustate, rotte sognate e mai esplorate. Ogni incontro, ogni abbraccio, ogni sorriso è stato per me una nuova iniezione di fiducia, la conferma di una certezza che porto dentro di me come una bussola: dietro a un brusco cambio di direzione, un porto mancato o dopo una violenta tempesta, si nasconde sempre un nuovo orizzonte da esplorare.»

Daniele Nicastro
Io, Chiara e la luna
Lorenzo, 13 anni, è convinto che i nuovi vicini nascondano un segreto. Sono arrivati una sera d’estate, hanno oscurato le finestre con i sacchi della spazzatura e da allora conducono una vita letteralmente rovesciata, che si svolge principalmente col buio. Una notte, sgattaiolando nel loro giardino, Lorenzo si imbatte in Chiara, e scopre una verità che supera ogni sua fantasia: per Chiara il sole è un nemico. Una rara malattia, dal nome impronunciabile, la costringe a vivere isolata, lontana dal mondo diurno dei suoi coetanei. Lorenzo e Chiara hanno in comune tutto e niente. Quanto basta per dare il via a un’amicizia improbabile, complicata, vera, capace di arricchirli entrambi.

Roberto Tiraboschi
Nibelli Zontro
Lei è Rossa, 15 anni, tette enormi, non sta mai zitta. Lui è Maffeo, dislessico, mago dei videogiochi. Frequentano la stessa classe e non si sopportano. Il loro professore di Italiano, vecchia maniera, obbliga Rossa ad aiutare Maffeo con i compiti. Sono diversi in tutto e le reciproche famiglie di odiano. A un tratto scoprono un terribile segreto sulla carriera del loro professore. La notizia trapela e scoppia un putiferio. Tutto sarebbe accaduto mentre il prof leggeva un libro con due suoi allievi; così ora, Rossa e Maffeo si rifugiano in un luogo segreto e leggono il romanzo incriminato. Una valle sperduta dove contano più i pregiudizi della realtà, un mondo di adolescenti che si sentono lontani da tutto e tutti, un’amicizia che cambia la vita.

Fabio Marchese Ragona
Tutti gli uomini di Francesco
Alcuni svegliati in piena notte, altri avvisati con un sms. Qualcuno addirittura informato mentre si trovava nella savana o a pranzo con gli amici. L’effetto sorpresa di Francesco, che ha sconvolto le vite di questi uomini di Chiesa, all’improvviso cardinali. Per la prima volta insieme, i nuovi porporati di Francesco si raccontano in questo volume, svelando anche i motivi nascosti di tante scelte inconsuete di Jorge Mario Bergoglio. Un viaggio inedito che parte dal cuore della cristianità, la Città del Vaticano, e che finisce in Oceania con clamorosi retroscena, mai svelati, anche sul conclave che ha eletto Papa Francesco.

Fabio Marchese Ragona
Il caso Marcinkus: il banchiere di Dio e la lotta di Papa Francesco alle finanze maledette​
A distanza di trent’anni dall’uscita di scena di Marcinkus, cosa resta di lui nelle stanze del torrione di Niccolò V? E’ vero che lo IOR si è ormai quasi totalmente rinnovato, grazie alla vigilanza dell’Autorità d’informazione finanziaria della Santa sede e alle nuove normative entrate in vigore in Vaticano? Oppure persistono ombre e torbide manovre per ostacolare il cambiamento voluto da Papa Francesco? Un racconto che attraversa più di cinquant’anni di storia delle finanze maledette del Vaticano, con lo sguardo sempre rivolto all’attualità, fotografando i lati oscuri che ancora rimangono.

Fabio Marchese Ragona
Il mio nome è Satana. Storie di esorcismi dal Vaticano a Medjugorje

Un viaggio-inchiesta a due passi dall'Inferno, per scoprire la verità su una delle pratiche più antiche della storia, l'esorcismo, con il contributo dei massimi esperti.

C'è un caso di possessione diabolica che papa Francesco ha accettato di seguire a distanza, e quello affrontato senza paura da un cardinale tra le guardie svizzere. E poi le tentazioni del demonio ad alcuni dei veggenti di Medjugorje, tra levitazioni e ruggiti feroci. È in corso una battaglia senza precedenti, tra Dio e Satana, in un secolo tormentato e con un Pontefice che sempre più spesso mette in guardia i fedeli dall'azione malefica del demonio. In questa società in cui il diavolo è sempre più considerato un'invenzione pubblicitaria di stampo medievale, il "re della menzogna", forte di questa incredulità, è riuscito a farsi strada, conquistando anime e potere, arrivando a un livello di forza senza precedenti. Ma il diavolo esiste davvero? L'autore, nel presente volume, ha cercato prove, ha interrogato testimoni, ha sentito i racconti mai svelati di numerosi sacerdoti, ha spulciato faldoni alla ricerca di documenti, riuscendo ad accedere ad archivi top secret contenenti appunti inediti dei più grandi esorcisti al mondo. Un viaggio-inchiesta a due passi dall'Inferno, per scoprire la verità su una delle pratiche più antiche della storia, l'esorcismo, con il contributo dei massimi esperti. Fino all'incontro finale, faccia a faccia col demonio.

Ritanna Armeni
La strada è la felicità
Rosa è una brava ragazza di provincia che arriva a Roma a vent’anni con l’obiettivo di laurearsi e trovare un lavoro. Ma siamo alla vigilia del Sessantotto e il fermento della rivolta abita ovunque: nei viali dell’università, sugli striscioni delle piazze, ai cancelli delle fabbriche. Quando il movimento studentesco esplode tutto cambia, anche Rosa. In quei mesi incandescenti, in cui si occupano le facoltà, si scatena la violenza di manganelli e lacrimogeni, si assapora la sferzante allegria della ribellione Rosa si trasforma in una giovane donna, va a vivere in una comune, prende in mano la sua vita e ne paga pegno. Orientandosi fra amore e amicizie, tra i grandi classici del marxismo e un movimento che vuole cambiare il mondo incontra un’altra Rosa, Rosa Luxemburg, e con lei intreccia un rapporto serrato con momenti di complicità e di rottura, di immedesimazione e di lontananza. Il vento del nuovo femminismo conduce la “brava ragazza” e le sue compagne in percorsi sconosciuti, rende la ribellione più audace, la voce più netta, la lotta più chiara e autonoma. Rosa vive gli anni della ribellione all’ordine maschile e partecipa all’ assalto al cielo delle giovani donne che colgono a piene mani l’occasione di diventare sé stesse, di cambiare la loro vita e quella di chi verrà dopo di loro.

Catena Fiorello Galeano
L'amore a due passi
Da anni Orlando Giglio, il temuto “Gendarme” del condominio di via Mancini numero 8, studia le abitudini della sua dolce ossessione, Marilena Moretti. La segue nell’esiguo tragitto tra l’ascensore e il portone del palazzo, la osserva mentre sale le scale e chiacchiera con i vicini di casa, aspettando che arrivi il suo momento. Sono entrambi vedovi, entrambi sulla soglia dei settant’anni, entrambi abbandonati dai propri figli durante una delle estati più torride di tutti i tempi… Dovranno scattare due allarmi in piena notte perché Marilena accetti l’invito di Orlando a partire per un’avventurosa vacanza alla conquista del Salento…

Catena Fiorello Galeano
Cinque donne e un arancino
Dopo l’improvvisa scomparsa del marito, Rosa decide di lasciare Milano per tornare nella sua Sicilia, nel villaggio di origine di Melia. Qui ben presto intuisce che serve una sferzata di energia per scuotere le persone dal loro placido tran tran, magari portando turisti in quello sperduto paesino. Con l’aiuto di quattro nuove amiche di età molto diverse, Rosa sogna di aprire il Regno degli Arancini, una rosticceria dove far gustare i migliori prodotti della sua terra. Ma tra ostacoli, intrighi e amori tormentati, il cammino si fa sempre più impervio, se non fosse per l’intervento quasi magico di Octavia, giornalista americana in vacanza, che si innamora di quel luogo profumato e accogliente, finendo per trasportare le cinque amiche fino alla scintillante New York…

Catena Fiorello Galeano
Amuri
Da anni Isabella vive un matrimonio fatto di silenzi e incomprensioni: il marito Giulio, medico in carriera, non ha mai capito le sue inquietudini, in particolare il sogno di lasciare il lavoro da impiegata per dedicarsi all’arte. Ma adesso Isabella sente la necessità di una pausa. Decide così di partire per la minuscola isola di Arcudi, con le sue ripide mulattiere e le terrazze vulcaniche spazzate dal vento. Qui, da bambina, ha passato l’ultima vacanza con i genitori nella vecchia casa di famiglia, prima della loro separazione. Da allora, sua madre rifiuta di mettere piede sull’isola e di parlare di quei tempi. Con l’aiuto di un giovane chitarrista, Isabella scoprirà che la madre nasconde un antico rimpianto d’amore e sarà proprio lei a ridare dignità a quel sentimento perduto.

Cristina Giordano
Con un soffio di Meltemi
Zoe ha tutto quello che ha sempre voluto: un lavoro che la soddisfa, un marito che la ama e, finalmente, anche la gravidanza tanto a lungo cercata. La sua serenità viene però sconvolta dalla morte improvvisa del padre Carlo, unico genitore che abbia mai avuto, e dal ritrovamento, nel suo appartamento, del vecchio diario di una vacanza in Grecia di tanti anni prima, ricordo di un tempo felice, di prima che sua madre sparisse, lasciando lei e Carlo senza mai guardarsi indietro. E’ proprio dalle pagine di quel diario, che si interrompe bruscamente a metà, che Zoe parte alla ricerca dei loro protagonisti, per ricostruire i tasselli della vita come un puzzle sparpagliato dal Meltemi, il vento dell’Egeo, dove, appena bambina, trascorreva l’estate con un padre avventuroso a bordo di un bellissimo catamarano in felice compagnia. Scoprirà così che il vento può scompigliare, ma anche rimettere tutto al proprio posto.

Annalisa Cuzzocrea
Che fine hanno fatto i bambini
Che fine hanno fatto i bambini è un testo necessario per capire cosa ci stiamo perdendo, come stiamo mettendo in pericolo il nostro futuro. E da dove bisogna ripartire. Un saggio a più voci, grazie ai contributi di Annalena Benini, Nadia Terranova, Giacomo Papi, Francesca Archibugi, Viola Ardone, Silvia Vegetti Finzi, Matteo Lancini, Chiara Saraceno, Alessandra Casarico, Alessandro Rosina, Wilma Mosca, Bruna Mazzoncini, Rachele Furfaro, Luigi Manconi.

Safiria Leccese
La ricchezza del bene
«Come mai è così difficile raccontare le cose belle? E ancor più quelle che profumano di buono? Da un po' di tempo, nella mia mente di giornalista, girava questo pensiero. Forse - rimuginavo - perché, da che mondo è mondo, il bene non fa notizia. Ho voluto raccontare le storie di dieci imprenditori che hanno fatto dell'azienda una famiglia, che sono stati capaci di fare del bene non solo ai propri dipendenti, ma anche a un territorio, talvolta anche in Paesi lontani. "Storie di carne", esempi di un'imprenditoria che fa profitti importanti, mai realizzati calpestando le persone ma, anzi, valorizzandole. Per entrare in ogni storia sono andata sul posto, ho visitato le sedi centrali, ho trascorso del tempo con i fondatori, gli imprenditori, gli amministratori delegati, i collaboratori e i dipendenti; mi sono fatta raccontare dalla viva voce dei protagonisti come sono nate queste realtà e le iniziative di solidarietà e sostenibilità che hanno realizzato in Italia e nel mondo. Mi riesce difficile chiamarle "aziende", perché per quanto grandi, alcune leader a livello mondiale, per me hanno acquisito un nome e un volto, che ha dietro altri volti: genitori, mogli rimaste apparentemente dietro le quinte ma determinanti, collaboratori preziosi nel momento del bisogno. Non sono aziende, sono vite impastate in un'avventura imprenditoriale che dal nulla ha preso il via grazie a un'intuizione, seguita da una passione, messa a frutto da un talento.»

Dacia Maraini
La scuola ci salverà
Cosa è successo alla scuola? Come possiamo risollevare le sorti dell’istituzione più importante per il futuro del Paese dopo una fase difficile come quella che sta affrontando? Dovremmo partire dagli insegnanti motivati e capaci che la sorreggono nonostante i molti ostacoli e dal serbatoio di vitalità degli studenti. E poi naturalmente occorre ridare all’istruzione le risorse e la centralità che merita.
La scuola può fare la differenza, soprattutto in momenti di crisi. Dacia Maraini ne è convinta e lo testimonia con il suo impegno in difesa dell’insegnamento come negli interventi scritti nel tempo e in alcuni intensi racconti raccolti in questo libro: L’esame, Il bambino vestito di scuro e Berah di Ki-bawa. Da sempre l’autrice si dedica al dialogo con gli studenti e con i loro docenti approfondendo modelli di apprendimento e impugnando questioni di diritti e di riforma e in queste pagine racconta una scuola come dovrebbe e potrebbe essere, filtrata dagli occhi di scrittrice, di intellettuale civilmente impegnata e anche di docente. Storie, idee, battaglie e ricordi di una vita intera, dalle lezioni al Liceo di Palermo all’insegnamento nel carcere di Rebibbia. Un viaggio tra i banchi, anche attraverso la forza dell’immaginazione, da cui emerge l’urgenza di garantire ai nostri ragazzi un’istruzione migliore per ridare all’Italia una concreta speranza nell’avvenire.

Dacia Maraini
Una rivoluzione gentile
Accompagnandoci nel suo universo intellettuale e civile, Dacia Maraini ci rende partecipi del suo sguardo sul mondo. La lotta contro la violenza e i femminicidi, i rapporti delle donne con la Storia e il patriarcato, la maternità, la libertà di pensiero e le sue contraddizioni sono solo alcuni dei grandi temi del nostro tempo e delle questioni a lei più care. E ancora, l'ambiente come punto focale del nostro orizzonte, l'importanza della salvaguardia dell'acqua, delle piante, degli animali e le scelte in campo alimentare che fanno la differenza. Senza dimenticare la solidarietà tra le generazioni e tra classi sociali diverse, e il valore dei progetti universali. Perché solo una rivoluzione gentile può indicarci la strada per un futuro vitale di cui andare orgogliosi.

Gigliola Alvisi
Una rivoluzione di carta
Tra le macerie si rincorrono voci stupite: “La guerra è finita!”, “Hanno firmato la pace!”. Il giovane Fridolin è incredulo. Dopo aver a lungo atteso questo momento, non sa che farsene di tanta felicità. Tutto però cambia quando incontra Jella Lepman, che veste la Divisa Verde e sogna di ricostruire il futuro di un Paese sconfitto a partire dall’infanzia. Per questo scrive ai governi del Mondo Libero chiedendo di donarle i loro albi illustrati con l’idea di farne una mostra itinerante per ragazzi. E Fridolin, coinvolto nell’impresa in prima persona, imparerà che la pace ricomincia proprio con i libri, dentro a una silenziosa rivoluzione di carta. Quella di Jella Lepman è una storia vera.  Questo libro rende omaggio alla sua opera instancabile a favore di una cultura a misura di bambino.

Nicoletta Bortolotti
La bugia che salvò il mondo
Amos non sa mentire. Cloe inventa bugie continuamente. Amos è figlio di un professore ebreo, Cloe è figlia di un maestro elementare, iscritto al partito fascista, che caccia Amos dalla sua classe proprio in quanto ebreo. Nel 1938, a Roma, i due si incontrano regolarmente sulle rive del Tevere per chiacchierare e pescare. L’ospedale Fatebenefratelli è “il Castello” e il primario Giovanni Borromeo è il “Re”, che nel 1943, quando le SS rastrellarono il ghetto, salverà la vita agli ebrei ricoverati nell’ospedale, raccontando di una malattia (inesistente) da cui sarebbero stati affetti e spaventando perfino i nazisti. A volta la storia è una meravigliosa bugia

Nicoletta Bortolotti
In piedi nella neve
Sasha ha quasi tredici anni e una passione bruciante: il calcio. Come potrebbe essere altrimenti? Suo padre è Nikolai Trusevyc, portiere della squadra più forte del Paese: la Dynamo Kiev. Ma in Ucraina, nel 1942, il pallone non è cosa per ragazze. E dopo l'invasione da parte del Reich non è cosa nemmeno per i campioni della Dynamo: accusati dai nazisti di collaborare con i sovietici e ridotti per questo alla fame e all'inattività, i giocatori hanno perso la voglia di vivere. Quando, a sorpresa, i tedeschi organizzano un campionato cittadino, non lo fanno certo per perdere; Sasha, d'altra parte, sa che suo padre e i compagni giocano sempre per vincere... Stavolta, però, vincere significherebbe morire. E qual è la vera vittoria? Lottare fino all'ultima azione, come chiede il pallone, o sabotare la partita, come le ha intimato un misterioso spettro, nel buio di un sottopasso? Mentre il fiume Dnepr, gelido, si porta via l'infanzia di Sasha, la Storia segue il proprio corso: il match avrà un esito così incredibile che nessuno, per lungo tempo, potrà raccontarlo. Questo libro ha vinto il Premio Cento 2016.

Daniela Dawan 
Qual è la via del vento
Il pericolo talvolta può anche scoppiare all’improvviso come se fosse una bomba tra la folla. E così avviene fin dalla prima riga in questa emozionante storia di fuga e di esilio. Siamo nel momento della Guerra dei sei giorni e contro i cittadini ebrei di Tripoli da una folla esaltata si sta scatenando una speciale caccia all’uomo a cui sarà arduo resistere.

Antonio Ferrara
La guerra di Becky
1943: la piccola Becky vive a Milano ma è costretta a trasferirsi con la sua famiglia sul lago Maggiore, dove il padre ha un albergo, perché la città non è più sicura. Nell’albergo vivono anche altre famiglie di ebrei fuggiti e Becky, con la compagnia di un cane, fa subito amicizia con gli altri ragazzi, in particolare con Johnny, solare e ottimista. L’incubo della guerra sembra tramontato quando l’8 settembre la radio annuncia l’armistizio. Allora un gruppo di soldati nazisti prende possesso dell’albergo, imprigionando Becky, con la sua e le altre famiglie, in una stanza. È solo l’inizio di una terribile tragedia che segnerà per sempre il lago Maggiore: la prima strage di ebrei in Italia. Tratto da una storia purtroppo vera.Il mare porta i migranti sulle spiagge di Lampedusa, e un giorno porta anche Khalid. Salvatore li teme entrambi. Ogni mattina a colazione se lo ritrova lì, Khalid con i suoi modi bruschi tiene tutti a distanza. Salvatore ne ha già abbastanza di essere emarginato a scuola, dove i compagni lo prendono in giro perché non sa nuotare. Sì, Salvatore sa bene cosa sia la paura. Quello che non sa è che a volte la paura porta a compiere gesti prodigiosi, perfino eroici…

Ugo Foà
Il bambino che non poteva andare a scuola.
Storia della mia infanzia durante le leggi razziali in Italia.
Quando vengono promulgate le leggi razziali, nel 1938, Ugo ha 10 anni, sta per iscriversi alle scuole medie. Ma all’inizio di settembre, prima che ricominci l’anno scolastico, sua madre gli comunica che, in quanto ebreo, non potrà tornare tra i banchi di scuola. Ugo e i suoi quattro fratelli, e tutti gli ebrei in Italia, non potranno fare sport, lavorare negli uffici pubblici, avere una radio in casa, farsi aiutare da una tata “di razza ariana”, e via via molti provvedimenti che mirano a estrometterli dalla vita sociale, economica e politica del Paese. Il padre di Ugo lavora in Eritrea, manda il denaro per il sostentamento della famiglia rimasta a Napoli; e lì Ugo vivrà i bombardamenti, la fame, gli stenti della guerra, e poi con le Quattro giornate di Napoli, finalmente, l’arrivo degli Alleati e la Liberazione. Per quarant’anni Ugo non ha raccontato questa storia. Poi ha capito che aveva il dovere di testimoniare, soprattutto davanti ai giovani. Adesso gira instancabile le scuole di tutta Italia e racconta la sua vicenda: è la vita di un bambino durante la guerra, un bambino che non può andare a scuola, che quando dà gli esami da privatista deve sedere all’ultimo banco. È il racconto festoso della Liberazione, e quello tragico dei parenti e degli amici deportati. È la storia di un uomo che deciderà di andare ad Auschwitz soltanto nel 2005 e lì, davanti al binario che conduceva ai forni crematori, non potrà fare a meno di inginocchiarsi e dire una preghiera. Il libro, pensato per un pubblico di ragazzi, è corredato da agili schede sui momenti salienti del fascismo e della Seconda guerra mondiale, sulla persecuzione razziale in Italia e Germania, su episodi e personaggi citati nel racconto di Foà.

Lia Levi
Una bambina e basta raccontanta agli altri bambini e basta
A venticinque anni dalla prima pubblicazione di Una bambina e basta (Edizioni e/o, 1994), Lia Levi ripercorre la sua storia al tempo delle leggi razziali e ne fa dono ai bambini di oggi. Lia ha appena finito la prima elementare, quando la mamma le dice che a settembre non potrà più tornare in classe. Mussolini, che comanda su tutti, non vuole più i bambini ebrei nelle scuole. In realtà non vuole gli ebrei a Torino, dove Lia abita con la famiglia, né a Milano e nemmeno a Roma. Non li vuole da nessuna parte. Con le valigie sempre in mano, i perché nella testa di Lia crescono ogni giorno. Perché il papà ha perso il lavoro? Cosa importa a Mussolini se alcuni bambini vanno a scuola e altri no? Perché la tata Maria non può più stare con loro? Perché non può essere solo una bambina, una bambina e basta?

Lia Levi
Una bambina e basta
Una bambina e basta è un racconto sull’identità e sui limiti dell’identità minacciata. Se la forza dell’abitudine fa sì che la protagonista, a guerra terminata, continui a definirsi una bambina ebrea, la madre con forza vitale e irriverente la corregge. Lia Levi racconta una storia nella quale è possibile immedesimarsi con estrema facilità, creando una sinergia corale tra autrice, protagonista e lettori.

Lia Levi
Questa sera è già domani
“Quella storia del troppo piccolo o troppo grande è una scusa, solo una scusa, cerchiamo di essere almeno sinceri con noi stessi. Forse essere ebreo è questo. Tu li cerchi e fuggi, loro ti accettano e ti cacciano”. A ottant’anni dalla promulgazione delle leggi razziali, Lia Levi ritorna con un romanzo ispirato a una storia vera: la vita di Luciano, l’amatissimo marito. Una vicenda di disperazione e coraggio realmente accaduta, ma completamente reinventata, che attraverso il filtro delle misteriose pieghe dell’anima ci riporta a un tragico recente passa

Lia Levi
Il braccialetto
Finalista al premio Morante 2016, Il braccialetto racconta l’emozionante storia di Corrado Mieli. La Storia si intreccia con le esperienze personali di Corrado. Figlio di genitori ebrei, Corrado subisce una doppia vergogna; oltre all’umiliazione delle leggi razziali, il ragazzo soffre per l’incertezza riguardo la vera identità del padre. Intorno alla figura paterna si aggira infatti un sospetto alimentato da una relazione che la madre Elena consuma prima del matrimonio e di cui continua a conservare il ricordo indossando un braccialetto d’oro. Il gioiello diventa per Corrado il simbolo di un passato glorioso, del benessere sociale vissuto dalla madre prima dell’avvento del fascismo…

Dacia Maraini
Il treno dell'ultima notte
Emanuele è un bambino ribelle e pieno di vita che vuole costruirsi un paio di ali per volare come gli uccelli. Emanuele ha sempre addosso un odore sottile di piedi sudati e ginocchia scortecciate, l'"odore dell'allegria". Emanuele si arrampica sui ciliegi e si butta a capofitto in bicicletta giù per strade sterrate. Ma tutto ciò che resta di lui è un pugno di lettere, e un quaderno nascosto in un muro nel ghetto di Lodz. Per ritrovare le sue tracce, Amara, l'inseparabile amica d'infanzia, attraversa l'Europa del 1956 su un treno che si ferma a ogni stazione, ha i sedili decorati con centrini fatti a mano e puzza di capra bollita e sapone al permanganato. Amara visita sgomenta ciò che resta del girone infernale di Auschwitz-Birkenau, percorre le strade di Vienna alla ricerca di sopravvissuti, giunge a Budapest mentre scoppia la rivolta degli ungheresi, e trema con loro quando i colpi dei carri armati russi sventrano i palazzi. Nella sua avventura, e nei destini degli uomini e delle donne con cui si intreccia la sua vita, si rivela il senso della catastrofe e dell'abisso in cui è precipitato il Novecento, e insieme la speranza incoercibile di un mondo diverso.

Marilù Oliva
Biancaneve nel Novecento

Giovanni è un uomo affascinante, generoso e fallito. Candi è una donna bellissima che esagera con il turpiloquio, con l'alcol e con l'amore. E Bianca? È la loro unica figlia, che cresce nel disordinato appartamento della periferia bolognese, respirando un'aria densa di conflitti e di un'inspiegabile ostilità materna. Fin da piccola si rifugia nelle fiabe, dove le madri sono matrigne ma le bambine, alla fine, nel bosco riescono a salvarsi. Poi, negli anni, la strana linea di frattura che la divide da Candi diventa il filo teso su un abisso sempre pronto a inghiottirla. Bianca attraversa così i suoi primi vent'anni: la scuola e gli amori, la tragedia che pone fine alla sua infanzia e le passioni, tra cui quella per i libri, che la salveranno nell'adolescenza. Negli anni Novanta, infatti, l'eroina arriva in città come un flagello e Bianca sfiora l'autodistruzione: mentre sua madre si avvelena con l'alcol, lei presta orecchio al richiamo della droga. Perché, diverse sotto ogni aspetto, si somigliano solo nel disagio sottile con cui affrontano il mondo? È un desiderio di annullarsi che in realtà viene da lontano, da una tragedia vecchia di decenni e che pure sembra non volersi estinguere mai: è cominciata nel Sonderbau, il bordello del campo di concentramento di Buchenwald.

Daniela Palumbo
A un passo da un mondo perfetto
Germania, 1944. Iris ha undici anni, quando si trasferisce con la famiglia in un paese vicino a Berlino. Il padre è un capitano delle SS promosso a vicecomandante del campo di concentramento che sorge laggiù, mentre la madre è una donna autoritaria con una grande passione per i fiori. La nuova casa è bellissima, grande e circondata da un immenso giardino, di cui si prende cura un giardiniere. Di lui Iris sa ben poco, sa solo che è ebreo e che tutte le mattine arriva dal campo, per poí tornarci dopo il tramonto. A Iris è vietato rivolgergli la parola perché è pericoloso, ma la curiosità è più forte di lei. Comincia ad avvicinarsi di nascosto a quello sconosciuto con la testa rasata e la divisa a righe. Comincia anche a lasciargli piccoli regali nel capanno degli attrezzi, in un cassetto segreto, e lui ricambia con disegni abbozzati su un quaderno. Così, giorno dopo giorno, tra i due nasce un’amicizia clandestina fatta di gesti nascosti e occhiate fugaci, un’amicizia in grado di far crollare il muro invisibile che li separa e di capovolgere il mondo perfetto in cui Iris credeva di vivere.

Daniela Palumbo / Liliana Segre
Fino a quando la mia stella brillerà
La sera in cui a Liliana viene detto che non potrà più andare a scuola, lei non sa nemmeno di essere ebrea. In poco tempo i giochi, le corse coi cavalli e i regali di suo papà diventano un ricordo e Liliana si ritrova prima emarginata, poi senza una casa, infine in fuga e arrestata. A tredici anni viene deportata ad Auschwitz. Parte il 30 gennaio 1944 dal binario 21 della stazione Centrale di Milano e sarà l’unica bambina di quel treno a tornare indietro. Ogni sera nel campo cercava in cielo la sua stella. Poi ripeteva dentro di sé: finché io sarò viva, tu continuerai a brillare.

Daniela Palumbo
Le valigie di Auschwitz
Un libro dedicato alla Shoah che racconta le leggi razziali dal punto di vista di 5 bambini ebrei, Jakob, Hannah, Carlo, Emeline e Dawid: la loro vita cambia improvvisamente, drammaticamente, con l’avvento delle leggi razziali che polverizzano i diritti civili degli ebrei. E’ il primo passo per renderli soli, poi il viaggio verso i lager con una valigia riempita in fretta. Nei campi di sterminio non sono più persone, diventano haftling, che in tedesco significa prigioniero, sono chiamati stucke (pezzi) e vengono marchiati con i numeri. L’haftling, se funziona va avanti, quando si rompe viene buttato via. E i bambini sono i primi a essere cancellati dalla follia nazista.

Mirella Serri
Bambini in fuga
Dopo aver perso i genitori nei campi di concentramento, settantatré giovanissimi ebrei, riescono ad arrivare in Italia, a Nonantola, un paese in provincia di Modena. Quella dei ragazzi di Nonantola e dei loro salvatori è una storia di eroi dimenticati o trascurati, una storia di ribellione corale alle dittature, una storia tutta italiana e al tempo stesso universale di generosità e di profonda umanità, in una lotta contro il male che si rivela, con altri volti e altri nomi, drammaticamente attuale.

Lia Tagliacozzo
La generazione del deserto
Lia Tagliacozzo è ebrea, figlia di due sopravvissuti alla Shoah. Quando nel 1938 vennero promulgate le leggi razziali, i suoi genitori erano bambini: durante le persecuzioni il padre si salvò per caso da una retata e restò nascosto in un convento per tutti i mesi dell'occupazione, la madre si rifugiò in un casolare di campagna e poi, dopo la fuga attraverso le Alpi, in un campo di internamento in Svizzera. Ma di tutto questo a casa di Lia si è sempre parlato poco. E lei, da sempre, ha tentato di ricostruire la storia della sua famiglia cucendo insieme le poche informazioni, riempendo i buchi della memoria, indagando tra le omissioni e le rimozioni. Ha scritto tanto, negli anni, trasformando in romanzo le vicende degli ebrei italiani, e ora ha deciso di raccontare la propria storia.

Lia Tagliacozzo
Il mistero della buccia d'arancia
Anna ha i capelli che sembrano un polpo arrabbiato, un fratello rompiscatole - come tutti i fratelli -, due cugine, un cuginetto, due nonni, quattro zìi e una maestra che la fa impazzire. Ma, soprattutto, ha un mistero tutto da scoprire: perché alla nonna Miriam non piacciono le buccette d'arancia caramellate che prepara magicamente il nonno? Per scoprirlo Anna, una bambina ebrea di oggi, si trasforma in una vera detective: dovrà indagare, sottrarre prove e compiere un viaggio nella storia di una famiglia ebrea durante la seconda guerra mondiale. Anna si confronta così con la vicenda drammatica della propria nonna che, bambina anche lei, è stata costretta a fuggire in Svizzera per sottrarsi alla Shoah. "Il mistero delia buccia d'arancia" - rigoroso nella ricostruzione storica e scritto con un linguaggio adatto ai ragazzi dell'ultimo ciclo della scuola elementare e dei primi anni della scuola media - vuole raccontare il passato senza traumatizzare, ma è anche, e soprattutto, una storia di affetto, di vita e di memoria civile.

Mirella Serri
Bambini in fuga
Dopo aver perso i genitori nei campi di concentramento, settantatré giovanissimi ebrei, riescono ad arrivare in Italia, a Nonantola, un paese in provincia di Modena. Quella dei ragazzi di Nonantola e dei loro salvatori è una storia di eroi dimenticati o trascurati, una storia di ribellione corale alle dittature, una storia tutta italiana e al tempo stesso universale di generosità e di profonda umanità, in una lotta contro il male che si rivela, con altri volti e altri nomi, drammaticamente attuale.

Viola Ardone
Il treno dei bambini
È il 1946 quando Amerigo lascia il suo rione di Napoli e sale su un treno. Assieme a migliaia di altri bambini meridionali attraverserà l'intera penisola e trascorrerà alcuni mesi in una famiglia del Nord; un'iniziativa del Partito comunista per strappare i piccoli alla miseria dopo l'ultimo conflitto. Con lo stupore dei suoi sette anni e il piglio furbo di un bambino dei vicoli, Amerigo ci mostra un'Italia che si rialza dalla guerra come se la vedessimo per la prima volta. E ci affida la storia commovente di una separazione. Quel dolore originario cui non ci si può sottrarre, perché non c'è altro modo per crescere.

Daniele Aristarco
Io dico no! Storia di eroica disobbedienza
Da Prometeo ad Anna Politovskaja, da Ipazia a Martin Luther King, dalle suffragette agli abitanti di Chambon-sur-Lignon. Il racconto dei “No” che hanno fatto la Storia. Questo è un libro sulla libertà. Puoi leggerlo liberamente, saltando da una storia all’altra oppure puoi berlo tutto d’un fiato, come si fa con un romanzo. Un romanzo che inizia in un tempo lontanissimo e che arriva fino a oggi. Fino a te. Protagonista è l’umanità o, meglio, quegli uomini e quelle donne che chiamiamo “eroi”. Ciascuno di questi personaggi ha modificato in maniera profonda la storia. Conoscerai trionfi e cadute di donne e di uomini che hanno detto “No” e che hanno vissuto e lottato per la libertà. Soprattutto capirai che tocca a te adesso.

Daniele Aristarco
Lucy. La prima donna
Il 24 novembre del 1974, in Africa, torna alla luce lo scheletro della più antica antenata dell’umanità. Da allora Lucy non ha smesso di stupire e commuovere il mondo interno. Questa è la sua storia.

Daniele Aristarco
La Divina Commedia
Due sguardi nuovi sulla Divina Commedia, in grado di dialogare con la curiosità e la fantasia dei lettori.

Nei settecento anni dalla scomparsa di Dante Alighieri, un album illustrato per compiere i primi passi nell'opera del poeta fiorentino. Un oggetto di stupore che somma la bellezza delle tavole di Marco Somà al testo appassionato di Daniele Aristarco.

Ritanna Armeni
Di questo amore non si deve sapere
Donna attraente e appassionata, magnetica e vitale, pianista eccellente, poliglotta, rivoluzionaria, impegnata nella lotta per i diritti delle donne, sostenitrice del libero amore, madre di cinque figli e moglie di un ricchissimo industriale russo: è Inessa Armand, votata anima e corpo alla causa bolscevica. Anche se per molto tempo il regime sovietico ha fatto di tutto per tenerlo segreto, fu il grande amore di Lenin, oltre che la sua più fidata collaboratrice. Si conobbero a Parigi nel 1909, in un caffè dove si incontravano i rivoluzionari russi in esilio: il loro legame si nutriva dell’ardore politico, dell’ebbrezza di ideare e partecipare a un cambiamento storico epocale, ma anche di fascinazione, attrazione e tenerezza. Inessa è sepolta per volere di Lenin davanti alle mura del Cremlino vicino a John Reed, ma è stata cancellata dai libri di Storia. Il capo della Rivoluzione non poteva essere macchiato dalla meschinità di un adulterio borghese. Ritanna Armeni, che ha seguito le sue tracce nelle poche testimonianze e biografie esistenti e ha ripercorso i suoi passi in Europa, ci restituisce il ritratto fremente, dolce e indomabile di una donna che più che al passato sembra appartenere al nostro futuro: inquieta e non catalogabile, piena di contraddizioni eppure integra nelle sue passioni, capace di amare perché libera, rivoluzionaria nel privato e nel politico.

Ritanna Armeni
Una donna può tutto. 1941: volano le Streghe della notte
Le chiamavano Streghe della notte. Nel 1941, un gruppo di ragazze sovietiche riesce a conquistare un ruolo di primo piano nella battaglia contro il Terzo Reich. Rifiutando ogni presenza maschile, su fragili ma agili biplani, mostrano l’audacia, il coraggio di una guerra che può avere anche il volto delle donne. La loro battaglia comincia ben prima di alzarsi in volo e continua dopo la vittoria. Prende avvio nei corridoi del Cremlino, prosegue nei duri mesi di addestramento, esplode nei cieli del Caucaso, si conclude con l’ostinata riproposizione di una memoria che la Storia al maschile vorrebbe cancellare. Il loro vero obiettivo è l’emancipazione, la parità a tutti i costi con gli uomini. Il loro nemico, prima ancora dei tedeschi, il pregiudizio, la diffidenza dei loro compagni, l’oblio in cui vorrebbero confinarle. Contro questo oblio scrive Ritanna Armeni, che sfida tutti i «net» della nomenclatura fino a trovare l’ultima strega ancora in vita e ricostruisce insieme a lei la loro incredibile storia. È Irina Rakobolskaja, 96 anni, la vice comandante del 588° reggimento, a raccontarci il discorso, ardito e folle, con cui l’eroina nazionale Marina Raskova convince Stalin in persona a costituire i reggimenti di sole aviatrici. È lei a descriverci il freddo e la paura, il coraggio e perfino l’amore dietro i 23.000 voli e le 1100 notti di combattimento. E a narrare la guerra come solo una donna potrebbe fare.

Ritanna Armeni
Mara. Una donna del Novecento
Mara è nata nel 1920 e ha 13 anni quando comincia questa storia. Vive vicino a largo di Torre Argentina. Il papà è bottegaio, la mamma casalinga. Ha un’amica del cuore, Nadia, fascista convinta, che la porta a sentire il Duce a piazza Venezia. Le piace leggere e da grande vorrebbe fare la scrittrice o la giornalista. Tanti sogni e tante speranze la attraversano: studiare letteratura latina, diventare bella e indipendente come l’elegante zia Luisa, coi suoi cappellini e il passo deciso e veloce. Il futuro le sembra a portata di mano, sicuro sotto il ritratto del Duce che campeggia nel suo salotto tra le due poltrone. Questo è quello che pensa Mara, e come lei molti altri italiani che accorrono sotto il Suo balcone in piazza Venezia. Fino a che il dubbio comincia a lavorare, a disegnare piccole crepe, ad aprire ferite. Tra il pubblico e il privato la Storia compone tragedie che riscrivono i destini individuali e collettivi, senza eccezioni. Quello che resta è obbedire ai propri desideri: nelle tempeste tengono a galla, e nei cieli azzurri sanno disegnare le strade del domani.

Stefania Auci
I Leoni di Sicilia. La saga dei Florio

Dal momento in cui sbarcano a Palermo da Bagnara Calabra, nel 1799, i Florio guardano avanti, decisi ad arrivare più in alto di tutti. E ci riescono: in breve tempo, i fratelli Paolo e Ignazio rendono la loro bottega di spezie la migliore della città, poi avviano il commercio di zolfo, acquistano case e terreni dagli spiantati nobili palermitani, creano una loro compagnia di navigazione… E quando Vincenzo, figlio di Paolo, prende in mano Casa Florio, lo slancio continua, inarrestabile: nelle cantine Florio, un vino da poveri – il marsala – viene trasformato in un nettare degno della tavola di un re; a Favignana, un metodo rivoluzionario per conservare il tonno – sott’olio e in lattina – ne rilancia il consumo in tutta Europa… In tutto ciò, Palermo osserva con stupore l’espansione dei Florio, ma l’orgoglio si stempera nell’invidia e nel disprezzo: quegli uomini di successo rimangono comunque «stranieri» il cui «sangue puzza di sudore». Sullo sfondo degli anni più inquieti della Storia italiana, Stefania Auci dipana una saga familiare d’incredibile forza, così viva da sembrare contemporanea.

Stefania Auci
L'inverno dei Leoni

Hanno vinto, i Florio, i Leoni di Sicilia. Lontani sono i tempi della misera putìa al centro di Palermo, dei sacchi di spezie, di Paolo e di Ignazio, arrivati lì per sfuggire alla miseria, ricchi solo di determinazione. Adesso hanno palazzi e fabbriche, navi e tonnare, sete e gioielli. Adesso tutta la città li ammira, li onora e li teme. E il giovane Ignazio non teme nessuno. Il destino di Casa Florio è stato il suo destino fin dalla nascita, gli scorre nelle vene, lo spinge ad andare oltre la Sicilia, verso Roma e gli intrighi della politica, verso l’Europa e le sue corti, verso il dominio navale del Mediterraneo, verso l’acquisto dell’intero arcipelago delle Egadi. È un impero sfolgorante, quello di Ignazio, che però ha un cuore di ghiaccio. Perché, per la gloria di Casa Florio, lui ha dovuto rinunciare all’amore che avrebbe rovesciato il suo destino. E l’ombra di quell’amore non lo lascia mai, fino all’ultimo…
Ha paura, invece, suo figlio Ignazziddu, che a poco più di vent’anni riceve in eredità tutto ciò che suo padre ha costruito. Ha paura perché lui non vuole essere schiavo di un nome, sacrificare se stesso sull’altare della famiglia. Eppure ci prova, affrontando un mondo che cambia troppo rapidamente, agitato da forze nuove, violente e incontrollabili. Ci prova, ma capisce che non basta avere il sangue dei Florio per imporsi. Ci vuole qualcos’altro, qualcosa che avevano suo nonno e suo padre e che a lui manca. Ma dove, cosa, ha sbagliato?
Vincono tutto e poi perdono tutto, i Florio. Eppure questa non è che una parte della loro incredibile storia. Perché questo padre e questo figlio, così diversi, così lontani, hanno accanto due donne anche loro molto diverse, eppure entrambe straordinarie: Giovanna, la moglie di Ignazio, dura e fragile come cristallo, piena di passione, ma affamata d’amore, e Franca, la moglie di Ignazziddu, la donna più bella d’Europa, la cui esistenza dorata va in frantumi sotto i colpi di un destino crudele. Sono loro, sono queste due donne, a compiere la vera parabola – esaltante e terribile, gloriosa e tragica – di una famiglia che, per un lungo istante, ha illuminato il mondo. E a farci capire perché, dopo tanti anni, i Florio continuano a vivere, a far battere il cuore di un’isola e di una città. Unici e indimenticabili.

Luca Azzolini
Il sangue della lupa

Molti secoli fa, ottocento anni prima della nascita di Cristo, le Terre dei Trenta sono stremate da una lunga siccità. Il Lazio arde, i campi hanno smesso di dare frutti, e i villaggi mormorano. La colpa è soltanto di re Numitor. Il sovrano di Alba Longa e della Lega dei Trenta è un vecchio a cui gli Dei si rifiutano di parlare, sordi davanti a ogni sua supplica. Per questo è stato convocato d'urgenza un consiglio dei popoli albani. Se Numitor sarà dichiarato indegno di regnare, a succedergli dovranno essere i suoi giovani nipoti: due gemelli tanto diversi tra loro quanto legati da un affetto autentico e senza precedenti. Enitos, forte e impulsivo, appassionato, istintivo, e Yemos, riflessivo e cauto, ma capace di profonde intuizioni. Nonostante la giovane età, potrebbe essere giunto per loro il momento di salire al trono. Non sono però i soli ad attendere con trepidazione il giudizio degli Dei. Nel tempio abitato dalla Dea Vesta e dalle sue sacerdotesse, una di loro, la tormentata Ilia - figlia di Amulius, fratello minore di re Numitor - ha il cuore dilaniato da una profonda passione e da un terribile senso di colpa. Teme di essersi macchiata di un peccato che l'ha resa indegna agli occhi di Vesta. Mentre gli Dei giocano con le vite e i troni dei mortali, nella vicina Velia, un'altra delle trenta città della Lega Albana, un nuovo gruppo di giovani è pronto per affrontare i Lupercalia: sei mesi da trascorrere nei boschi, al termine dei quali o torneranno uomini, o non torneranno affatto. Tra loro c'è Wiros, un orfano gracile e solitario, che osserva con timore la selva in cui dovrà vivere. Pare sia infestata da una divinità crudele e selvaggia che è stata bandita da tutti gli altri Dei. Rumia, la Madre dei Lupi. In contemporanea con la serie evento di Matteo Rovere in onda su Sky, Il sangue della Lupa è il primo volume della trilogia "Romulus".

Luca Azzolini
Il sangue della lupa

Molti secoli fa, ottocento anni prima della nascita di Cristo, le Terre dei Trenta sono stremate da una lunga siccità. Il Lazio arde, i campi hanno smesso di dare frutti, e i villaggi mormorano. La colpa è soltanto di re Numitor. Il sovrano di Alba Longa e della Lega dei Trenta è un vecchio a cui gli Dei si rifiutano di parlare, sordi davanti a ogni sua supplica. Per questo è stato convocato d'urgenza un consiglio dei popoli albani. Se Numitor sarà dichiarato indegno di regnare, a succedergli dovranno essere i suoi giovani nipoti: due gemelli tanto diversi tra loro quanto legati da un affetto autentico e senza precedenti. Enitos, forte e impulsivo, appassionato, istintivo, e Yemos, riflessivo e cauto, ma capace di profonde intuizioni. Nonostante la giovane età, potrebbe essere giunto per loro il momento di salire al trono. Non sono però i soli ad attendere con trepidazione il giudizio degli Dei. Nel tempio abitato dalla Dea Vesta e dalle sue sacerdotesse, una di loro, la tormentata Ilia - figlia di Amulius, fratello minore di re Numitor - ha il cuore dilaniato da una profonda passione e da un terribile senso di colpa. Teme di essersi macchiata di un peccato che l'ha resa indegna agli occhi di Vesta. Mentre gli Dei giocano con le vite e i troni dei mortali, nella vicina Velia, un'altra delle trenta città della Lega Albana, un nuovo gruppo di giovani è pronto per affrontare i Lupercalia: sei mesi da trascorrere nei boschi, al termine dei quali o torneranno uomini, o non torneranno affatto. Tra loro c'è Wiros, un orfano gracile e solitario, che osserva con timore la selva in cui dovrà vivere. Pare sia infestata da una divinità crudele e selvaggia che è stata bandita da tutti gli altri Dei. Rumia, la Madre dei Lupi. In contemporanea con la serie evento di Matteo Rovere in onda su Sky, Il sangue della Lupa è il primo volume della trilogia "Romulus".

David Conati
La ballata di Bertoldo
Le vicende di Bertoldo, il furbo montanaro che nel 570 d.C scende dalle montagne e stringe amicizia con il saggio Re Albonio risolvendogli diverse questioni, qui sono narrate in forma di ballata in rima seguendo la storia di Bertoldo dal suo arrivo alla corte del Re fino all sua morte. Raccontate in modo ironico e leggero non mancheranno di stupire e sorprendere i piccoli spettatori e quanti conoscono le vicende di Bertoldo e vogliono riscoprirle con una chiave di lettura diversa.

Nadia Terranova
Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Il Gattopardo raccontato a mia figlia
Vi sono dei libri che vengono definiti classici. Possiedono il dono rarissimo di parlare direttamente al cuore dei propri lettori.” E “Il Gattopardo” è proprio uno di questi per Maria Antonietta Ferraloro, studiosa di Giuseppe Tomasi di Lampedusa e profondamente innamorata del suo capolavoro. Con passione e competenza l’autrice racconta la figura schiva e malinconica di Tomasi, ma soprattutto la genesi, la struttura e i segreti di un romanzo indimenticabile.

Marilù Oliva
Biancaneve nel Novecento

Giovanni è un uomo affascinante, generoso e fallito. Candi è una donna bellissima che esagera con il turpiloquio, con l'alcol e con l'amore. E Bianca? È la loro unica figlia, che cresce nel disordinato appartamento della periferia bolognese, respirando un'aria densa di conflitti e di un'inspiegabile ostilità materna. Fin da piccola si rifugia nelle fiabe, dove le madri sono matrigne ma le bambine, alla fine, nel bosco riescono a salvarsi. Poi, negli anni, la strana linea di frattura che la divide da Candi diventa il filo teso su un abisso sempre pronto a inghiottirla. Bianca attraversa così i suoi primi vent'anni: la scuola e gli amori, la tragedia che pone fine alla sua infanzia e le passioni, tra cui quella per i libri, che la salveranno nell'adolescenza. Negli anni Novanta, infatti, l'eroina arriva in città come un flagello e Bianca sfiora l'autodistruzione: mentre sua madre si avvelena con l'alcol, lei presta orecchio al richiamo della droga. Perché, diverse sotto ogni aspetto, si somigliano solo nel disagio sottile con cui affrontano il mondo? È un desiderio di annullarsi che in realtà viene da lontano, da una tragedia vecchia di decenni e che pure sembra non volersi estinguere mai: è cominciata nel Sonderbau, il bordello del campo di concentramento di Buchenwald.

Rosella Postorino
Le assaggiatrici
Rosa Sauer, la protagonista, è una delle assaggiatrici di Hitler. Ogni giorno viene prelevata dalla casa di campagna in cui vive con i suoceri ed è condotta alla “tana del lupo”, la dimora top secret in cui si nasconde il Führer. Ogni giorno Rosa e nove “colleghe” assaggiano i piatti che escono dalle cucine di Briciola, il cuoco di Hitler, per scongiurare ogni possibile tentativo di avvelenamento.

Cinzia Tani
Figli del segreto
Il primo volume della trilogia che ci accompagnerà lungo cento anni di storia, “Il volo delle aquile”, le vicende degli orfani Acevedo si mescolano con le avvincenti evoluzioni di un secolo, il Cinquecento, che vedrà l’affermarsi della dinastia degli Asburgo. In seguito alla scomparsa prematura di tutta la discendenza maschile della dinastia castigliano-aragonese, e in particolare dopo la morte del padre Filippo il Bello (creduta da tutti pazza), a diciannove anni Carlo V si trova a capo “di un impero che non si era mai visto, neppure ai tempi di Carlo Magno”.

Cinzia Tani
Donne di spade
Bellissime, anticonformiste, spregiudicate, le donne di spade (secondo volume di una trilogia dedicata agli Asburgo) conquistano la scena muovendosi tra le malie di un secolo, il Cinquecento, che sembra consacrato unicamente alla glorificazione di cavalieri, principi e sovrani. Maddalena, Flora, Agnes, Dorotea: ciascuna di renderà protagonista della sua vita rivendicando fino alle estreme conseguenze il diritto alla propria libertà, in una vertiginosa oscillazione fra temerarietà e calcolo, orgoglio e ipocrisia, bisogno di amare e sentirsi amate e cieco desiderio di riscatto.

Andrea M. Alesci
Il giro d'Italia in 80 isole
Dall'Elba a Murano e dal Giglio alla Sicilia, 80 filastrocche per 80 isole d'Italia, in un viaggio mirabolante su e giù per lo stivale, tra storie vere e fantastiche invenzioni.

Reno Brandoni
L'ultimo viaggio di Billie
Reno Brandoni torna all'albo illustrato per dare voce a un'altra indimenticabile leggenda del jazz, Billie Holiday (1915-1959), accompagnato dalle emozionanti illustrazioni di Chiara Di Vivona. Un viaggio appassionato negli abissi più profondi del blues, per raccontare la storia di una delle più grandi cantanti jazz di tutti i tempi. Con la sua voce intensamente drammatica incarnò la vera essenza del Blues, intrisa di malinconia, disperazione e allo stesso tempo fatalismo. Essenza della sua stessa vita, travagliata e difficile fin dall'infanzia. A sessant'anni dalla sua morte, il mito di Billie Holiday è più vivo che mai e la voce di Lady Day risuona cantando l'essenza tragica e meravigliosa della vita.

Reno Brandoni
La notte in cui inventarono il rock
Jimi Hendrix è il più grande chitarrista di tutti i tempi. La sua figura, carismatica e trasgressiva, diventa simbolo delle contestazioni giovanili quando, nel 1967, al Festival di Monterey, dà fuoco alla sua chitarra davanti a una folla allibita. Questo libro finisce proprio lì dove iniziano storia e leggenda. Per raccontare ai ragazzi il potere della musica e la forza che un sogno, una passione, possono avere nell’indirizzare un destino.

Reno Brandoni
Una classica serata jazz
«La musica è come questo luogo, non conosce generi, stili, colore della pelle o etnie. Può essere una sola nota piena di mille sfumature e devi suonarla… e suonarla ancora per sentire le sue vibrazioni. Non ha frontiere o confini, è libera, abita il cuore di ogni uomo». Nel più celebre cimitero di Parigi, il compositore polacco Fryderyk Chopin è sepolto poco distante dal pianista francese Michel Petrucciani. La curiosa coincidenza ispira il nuovo libro di Reno Brandoni, illustrato da Chiara di Vivona, che fa incontrare tra le lapidi gli spiriti dei due maestri, appartenenti a mondi musicali tradizionalmente contrapposti. Ma classica e jazz potranno mai incontrarsi? Il brioso e commovente dialogo immaginario racchiude un prezioso insegnamento: la musica non ha barriere di genere perché abita il cuore di ogni uomo.

Reno Brandoni
Il re del blues
“Voglio diventare il più grande chitarrista blues della storia. Voglio entrare nella leggenda” “Sei sicuro?” “Sì, a qualunque costo!”.
Robert Johnson (Hazlehurst, 8 maggio 1911 – Greenwood, 16 agosto 1938) è per tutti il re del blues. Si narra che per diventare bravo e famoso abbia venduto la sua anima al diavolo.
Scrisse solo 29 canzoni, ma molti sono convinti che da qualche parte si nasconda la trentesima, la più bella. La sua fine è avvolta dal mistero. C’è chi racconta sia stato ucciso da una fidanzata gelosa, chi in una rissa in un locale malfamato; nessuno sa realmente cosa gli sia successo. Di certo è rimasto il più bravo e il più famoso di tutti. Questa è la sua storia, anzi, una delle sue storie…

Reno Brandoni
Filastrocche per sentirsi grandi
«Il silenzio era assordante. Perché un silenzio può anche urlare nelle orecchie, farti mancare l’aria se sei immerso in un mondo privo di suoni.» Sara vive la sua adolescenza in un mondo senza musica, condividendo con il nonno una passione segreta: quella per i vinili. Ascoltati di nascosto, in cuffia, per sfuggire al blocco di tutti i dispositivi elettronici imposto da un moderno software centralizzato, saranno proprio nove misteriosi dischi a condurla attraverso l’enigma che avvolge l’improvvisa scomparsa dell’impareggiabile compagno d’avventure sonore. Insieme a questi, altrettante filastrocche, cantate e suonate: in ciascuna un indizio e un insegnamento, un passo in più verso il mondo dei grandi. Riuscirà Sara a ricongiungersi al nonno, a salvare la musica? Un romanzo di formazione per ragazzi incentrato sulla musica rock e le figure leggendarie che ne hanno scritto la storia. Per comprenderne la potenza espressiva e la capacità unica di dar vita a ricordi ed emozioni, prospettive e valori. All’interno, i QR Code per ascoltare le filastrocche online sul sito di Edizioni Curci.

Lia Levi
Il segreto di Isabella
Caterina e Serena condividono un balcone che unisce le loro due case e le loro vite. Sono gli anni del dopoguerra, la vita ricomincia dalle piccole cose e da quelle importanti come l'amicizia cementata dall'esperienza degli scout, dalla scoperta del mondo e da nuovi incontri come quello con Isabella, misteriosa e solitaria, che custodisce un segreto destinato a unire il gruppo ancora di più. Una storia semplice, narrata dalla penna di una grande autrice: Lia Levi racconta con delicatezza i sentimenti di tre adolescenti nell'ambientazione di un dopoguerra pieno di vitalità.

Dacia Maraini
Corpo felice
Corpi che non hanno mai smesso di cercare la propria via per la felicità, amati o violati, santificati o temuti, quasi sempre dagli altri, gli uomini. Ed è proprio a loro che parlano queste pagine. Agli occhi di un bambino maschio non ancora uomo. Per ricordare a lui e a tutti noi, che solo quando l'amore arriva a illuminare le nostre vite, quello tra i sessi non sarà più uno scontro ma l'incontro capace di cambiare le regole del gioco.

Daniele Nicastro
Stalker
Floriana va alle superiori, ama gli amici e la sua indipendenza. Un giorno, al parco, un ragazzo le chiede come si chiama e lei pensa che sia il solito che vede una tizia carina e ci prova, perciò non risponde. Una settimana dopo eccolo di nuovo: la ferma per strada, la aspetta davanti alla scuola, poi sotto casa. E la chiama per nome, le intasa il telefono di messaggi. È l’inizio di un vortice di paura che dura tre lunghi mesi. Floriana si chiede in se stessa, non mette più le gonne, esce di casa solo se costretta. Vorrebbe chiedere aiuto, ma prima deve imparare a chiamare il ragazzo che la perseguita col suo vero nome: stalker.

Adriana Pannitteri
Cronaca di un delitto annunciato
Antonio, carabiniere di origini siciliane con una vita apparentemente felice arriva a scrivere decine di lettere tormentate a una sconosciuta. Maria Grazia è una giornalista di una importante TV nazionale. Incontrerà personaggi a tratti grotteschi in un mondo che le sembra banalmente cattivo e senza speranza. Le lettere di Antonio la costringeranno a chiedersi cosa accada nella mente di una persona, annulla le sue certezze trasformandosi in un “mostro”. Contraddizioni e fragilità degli esseri umani acquisiscono in questa storia il ritmo narrativo di un giallo. Liberamente ispirato a una storia vera.

Adriana Pannitteri
La forza delle donne
Maria Grazia è un'adolescente siciliana che sogna di fare la giornalista e la scrittrice. Dal suo incontro con Veronica, la mamma di Giulietta tragicamente uccisa dal suo compagno, nasce un racconto delicato e drammatico allo stesso tempo. Quella con Veronica diventa un'amicizia singolare tra una ragazza piena di curiosità e di interrogativi sulla vita e una donna adulta spezzata dalla sofferenza ma estremamente coraggiosa. Solo la forza e la determinazione consentono a Veronica di affrontare la perdita di sua figlia e di assumersi le responsabilità di nonna e di mamma allo stesso tempo. Deve infatti accudire la nipotina di soli 4 anni accompagnandola nel dolore ma anche nella speranza di poter lottare per un futuro nel quale le donne possano essere libere di scegliere senza subire violenze. Il libro fotografa quell'età di mezzo che è l'adolescenza con tutte le sue contraddizioni e le paure, gli amori, l'importanza dell'amicizia e i sogni che non devono mai morire.

Tea Ranno
Sentimi
Una donna, una scrittrice, tornata nel paese siciliano dove è nata, ascolta delle voci che si fanno strada in una nebbia strana, inquietante. Sono voci di donne morte, che vogliono, devono, raccontare le loro storie perché la scrittrice le trascini fuori dall’oblio al quale sono destinate. C’è un’altra storia che vogliono si sappia. La storia di Adele, figlia di Rosa, ma non del suo legittimo marito, Rosario; la colpa di Adele è quella di avere i capelli rossi, come il suo vero padre, per questo Rosario vive nell’attesa di uccidere la bambina, poi ragazza. Le donne del paese, faranno di tutto per salvarla. Perchè levare Adele dai meccanismi mentali malati di questi maschi brutali, vorrebbe dire aver salvato tutte loro.